Cerca nel quotidiano:


Sul palco di via Terreni “Nessun Elenco di cose storte” di Oscar de Summa

Nuovo appuntamento con il teatro contemporaneo al Nuovo Teatro delle commedie giovedì 10 marzo alle 21,15 con Attodue in Nessun elenco di cose storte, regia e testo di Oscar De Summa

Mercoledì 9 Marzo 2022 — 11:50

Mediagallery

Nuovo appuntamento con il teatro contemporaneo al Nuovo Teatro delle commedie giovedì 10 marzo alle 21,15 con Attodue in Nessun elenco di cose storte, regia e testo di Oscar De Summa. Un grande interprete della scena italiana si cimenta su una tematica ostica e per niente scontata come la cancellazione della morte. Attraverso un gioco, un giallo ludico, lo spettacolo prova a ricostruire chi ha ucciso la morte portandoci in situazioni inaspettate, grottesche e vere. Si ride, si piange e si riflette grazie anche alla magistrale interpretazione di Sandra Garuglieri.

Dopo una sciagura aerea, un terremoto, un incidente qualunque, vi è una grande attività intorno al luogo della disgrazia. Una di queste, quella più importante forse, è il recupero dei corpi incappati nella disgrazia e successivamente l’assegnazione di un nome ad ognuno di quei. I governi investono molte risorse per queste due attività, perché non si può lasciare dei familiari di sciagure senza un corpo da piangere o diversamente detto non si può lasciare un corpo senza nome ovvero senza la ritualità che a quel nome, secondo il proprio vissuto, corrisponde. Assegnando quel nome noi assegniamo l’indirizzo ad un dolore, gli diamo una forma attraverso un rito, un modo di essere vissuto e rappresentato: la vita eterna, la pace dei sensi, la liberazione dalle rinascite ecc.
Ma senza quel corpo, per i familiari, è come se un capitolo non fosse veramente chiuso, come se la mente non potesse davvero stabilire che tuo figlio, tuo padre, tuo fratello è davvero morto. Quella sofferenza della perdita si allunga a per sempre. Ogni minimo dettaglio che verrà fuori in futuro, farà riaccendere la speranza e con essa le sue conseguenze quando questi nuovi particolari non porteranno a niente; la delusione, lo sconforto rinnovato saranno forse ancor più dolorose della scomparsa stessa.
Ma non tutti i corpi sono uguali. Questo atteggiamento e questa solerzia è relativa solo all’emisfero che abitiamo. Se abitassimo dall’altra parte del mondo le cose sarebbero decisamente diverse.

Prima dello spettacolo sarà possibile cenare all’interno del foyer del Nuovo Teatro delle Commedie, alle ore 20 (prenotazione obbligatoria entro le 14 del giorno dello spettacolo).

Prenotazione o prevendita consigliate.  Info e prenotazioni 05861864087 – 3420352386 – [email protected]. Prevendite su www.nuovoteatrodellecommedie.it

Riproduzione riservata ©