Cerca nel quotidiano:


Sunset Ramadan, il noir di Marsili pronto a far riflettere

Il romanzo è un pulp-noir che ha molti spunti per far pensare i lettori. Molti i riferimenti a Livorno

Lunedì 16 Settembre 2019 — 00:29

Mediagallery

di Paolo Rognini

Alla Feltrinelli di via Di Franco, venerdì 13 settembre alle 18.30, è stato presentato il libro “Sunset Ramadam” di David Marsili. Presenti, oltre all’autore,  l’insegnante e arabista Arianna Obinnu, e Giorgio Bernard, romanziere e direttore editoriale di GM libri.
Di fronte ad un pubblico attento, viene illustrato il racconto: tutto si svolge al “Sunset cafè”, in Algeria, poco prima del tramonto, in una luce accecante che penetra e invade il locale. Ai tavoli ci sono una bella donna che legge Camus, un gruppetto di giovani con i loro aperitivi, quattro anziani giocatori di carte, un tormentato professore e un gruppo di arabi dall’aspetto losco. A tenerli d’occhio lo sguardo vigile del poliziotto Roi Falco e della sua Bren Ten, pistola fuori ordinanza.

Come mai la scelta di questo titolo “Sunset Ramdan”? Marsili spiega: “Intanto bisogna dire che questo è il quarto o quinto titolo che è venuto fuori. È stato poi l’editore che ha scelto”. E prosegue “Ci sono due parole. Sunset, che vuol dire tramonto e Ramadan, il periodo dell’anno in cui, nel mondo islamico, si fanno delle rinunce.”

Nella storia, Sunset è un elemento centrale del romanzo. Nel racconto, così come si vede bene nella copertina illustrata del libro,  prevale la luce abbagliante che proviene, orizzontale, dalle finestre del locale. “Così come la luce cambia al calar del sole mutando i giochi di ombre, così cambiano anche le situazioni che si svolgono nel Sunset cafè”.

Tutto accade nel presente ma le storie dei personaggi seduti ai tavoli rimandano al passato, a due giorni prima.
E, come chiosa l’editore Bernard, “ci sono riferimenti a Livorno, che viene descritta mantenendo un equilibrio nel rispetto dell’identità più vera e viscerale della nostra città. Sfuggendo soprattutto dagli stereotipi ma cercando al contempo di dare suggestioni”.

Concludendo, Arianna Obinnu domanda: “Che peso ha la letteratura in quello che scrive Marsili?”
“Molto importante – risponde l’autore, che prosegue – è impossibile non essere influenzati perché ogni volta che leggo si costruisce qualcosa dentro di me che rimane, sedimenta e in qualche modo condiziona la mia creazione letteraria”.

Una storia che è noir, pulp, ma al tempo stesso una riflessione sulle dinamiche dell’integrazione, in cui ruotano i temi del terrorismo, delle difficoltà a essere e appartenere.
Paura e passione sono due temi forti di un libro che, negli stralci letti da Leonora Raffaelli hanno incuriosito ed emozionato il pubblico presente.

Il libro: David Marsili, “Sunset ramadan”, edizioni G.M. libro, pagine 127, 2019

Riproduzione riservata ©