Cerca nel quotidiano:


Teatro al Centro. Arriva “La fine del mondo. Concerto per Concerto per Charles Aznavour”

Gianni De Feo dirige e interpreta lo spettacolo “La fine del mondo. Concerto per Charles Aznavour” di Roberto Russo, con accompagnamento musicale dal vivo di Giovanni Monti.

Lunedì 2 Marzo 2020 — 11:58

Mediagallery

Appuntamento con il teatro-canzone venerdì 6 marzo alle ore 21,15 al Centro Artistico Il Grattacielo, nell’ambito della rassegna Teatro al Centro.
Gianni De Feo dirige e interpreta lo spettacolo “La fine del mondo. Concerto per Charles Aznavour” di Roberto Russo, con accompagnamento musicale dal vivo di Giovanni Monti.

La musica e le canzoni di Charles Aznavour, tra quelle più celebri e le meno note, interpretate da Gianni De Feo e rivisitate al pianoforte dagli originali arrangiamenti di Giovanni Monti, si intrecciano abilmente con la trama drammaturgica quasi a formarne un unico corpo in un racconto di Roberto Russo, dal graffiante stile surreale e grottesco.

Un mondo al rovescio che evoca una Francia immersa nelle calde atmosfere vintage, come a evocare un romanzo di Daniel Pennac, dove fanno da contrappunto le vicende di Monsieur Equilibre, protagonista del racconto, smarrito in un freddo mondo contemporaneo che sembra prossimo alla sua estinzione.
La fine del mondo – Concerto per Charles Aznavour è un’allegoria teatrale sul potere imprevedibile ed “eversivo” dell’amore.

Gianni De Feo, già salito sul palcoscenico del Centro Artistico il Grattacielo con “Grido d’Amore-Edith Piaf”, dedicato alla storia e alle canzoni della grande interprete francese, ottenendo un grande successo, inizia la sua formazione professionale nel 1975 a Roma dove studia tecniche vocali, recitazione e dizione con Alba Maria Setaccioli, insegnante all’Accademia d’Arte Drammatica Silvio D’Amico.

Studia mimo presso l’MTM di Roma diretto da Lidya Biondi. Continua gli studi a Parigi perfezionandosi nelle tecniche del movimento e del mimo presso la scuola di Mimodramma diretta da Jacques Lecoq. A Parigi studia canto presso la Schola Cantorum Saint Jacques. Segue un seminario sul teatro di Peter Brook diretto da Jean Paul Denizon. A Parigi forma un gruppo di studio teatrale, The Paris Touring Company, con il quale partecipa al Fringe Festival di Edimburgo nel 1987. A Roma segue due laboratori di teatro-danza con Lindsay Kemp. Continua gli studi di canto con il soprano Luisa Malagrida. Studia le tecniche di teatro-danza di Kurt Jooss (insegnante di Pina Bausch) con Daniela Boensch

In teatro è diretto, tra gli altri, da Renzo Giovampietro, Sylvano Bussotti, Werner Schroeter, Roberto De Simone, Mario Scaccia, Lindsay Kemp, Tato Russo, Maurizio Scaparro, Dacia Maraini, Antonio Salines.

Riproduzione riservata ©