Cerca nel quotidiano:


Tierra Rosas y Espinas, il Flamenco in scena al NTC

Sabato 8 giugno alle 21 torna a grande richiesta, dopo il successo invernale, lo spettacolo Tierra Rosas y Espinas e stavolta sarà di scena a Livorno al Nuovo Teatro delle Commedie

Sabato 8 Giugno 2019 — 00:14

Mediagallery

Sabato 8 giugno alle 21 torna a grande richiesta, dopo il successo invernale, lo spettacolo Tierra Rosas y Espinas e stavolta sarà di scena a Livorno al Nuovo Teatro delle Commedie. Durante la serata verrà presentata la coreografia “Como el agua” che vedremo protagonista quest’estate di un flash mob a scopo culturale nelle strade della nostra città. Per informazioni su come apprendere la coreografia e partecipare all’evento contattare la scuola Livorno Danza & Spettacolo al 349-71.49.264

Tierra Rosas y Espinas
Il titolo del nuovo progetto di Patrizia Vennero, tra danza, flamenco e poesia, un viaggio in terre andaluse accompagnati dalle poesie di Federico Garcia Lorca e il canto di Camaron de la Isla.
Lo spettacolo è interpretato dalla Compagnia di danza e flamenco La Nueva Luz e il cast di figuranti e ballerini della Livorno Danza & Spettacolo per la regia e coreografia di Patrizia Vennero
Con i Bailaores: Fabrizio Nanni, Daniela Sacco, Patrizia Vennero
Figuranti e corpo di ballo: Il cast di Livorno Danza & Spettacolo: Andrea Crovetti, Claudia De Cola, Laura Fontanive, Josephine Maniscalco, S. Bargelli, L. Iacoponi, A. Galiberti e L. Vivaldi

Il Flamenco il cuore della vita andalusa..
La Vita con le sue rose e le sue spine..
Musica, corpi, strumenti danzanti che vibrano di emozioni, vi condurranno in un intenso vissuto quotidiano andaluso, cantando e danzando in poesia la passione per la vita!
Il Flamenco seduttiva mescolanza di culture mediterranee tradizionali, una dolorosa consapevolezza dell’esistenza, il lamento di un popolo gitano.
Il Flamenco con i suoi passi nervosi e il taconear dei piedi, un cante lontano, il suono delle palmas, un bailaor, uno sguardo, un gesto, espressioni di un sentimento che nasce dal profondo..
Temperamento e ritmo incalzante di zapateados, ecco divamparsi un turbinio inarrestabile di emozioni, nasce un dialogo tra gli interpreti e gli spettatori, una vorticosa energia circolare si crea, un linguaggio universale che da sempre unisce: un idioma che racconta la vita! El Flamenco es vida!
Un quadro dipinto e ballato attraverso le diverse tinte e toni dei numerosi generi musicali i Palos del Flamenco. Un’arte che dal 16 novembre 2010 è divenuta Patrimonio Culturale Immateriale dell’Umanità, dell’Unesco. I biglietti saranno disponibili al botteghino del teatro a partire dalle 20.

Riproduzione riservata ©