Cerca nel quotidiano:


“Tra terra e mare” il progetto targato Uovo alla pop a “Il Prato”

Il 23 dicembre alle 11 a "Il Prato" in Viale Carducci, Uovo alla pop presenta il progetto “Tra terra e mare – Laboratorio creativo per due murales e un giardino sensoriale” con il contributo del bando Toscanaincontemporanea2021 Giovani Sì e Regione Toscana

Sabato 18 Dicembre 2021 — 16:16

Mediagallery

Il 23 dicembre alle 11 aIl Prato” in Viale Carducci, Uovo alla pop presenta il progetto “Tra terra e mare – Laboratorio creativo per due murales e un giardino sensoriale” con il contributo del bando Toscanaincontemporanea2021 Giovani Sì e Regione Toscana.

Con questo nuovo progetto artistico, Uovo alla Pop si avvicina, nuovamente, alla realtà sociale de Il Prato che ospita, nella sua palestra, molte attività per disabili. La prima volta fu con il murale “Le Olimpiadi del mare” realizzato sulla parete esterna della struttura e che racconta l’incontro tra sport e fragilità. In occasione di Toscanaincontemporanea2021, Uovo alla Pop incontra nel suo viaggio attraverso l’arte urbana e partecipata alcune realtà che ruotano intorno alla struttura di Viale Carducci e al mondo della tutela ambientale, tra queste: il Comitato Unitario Handicap, i giovani del Collettivo ACT, Reset e l’associazione culturale Bonsai.

Proprio la presenza del giardino botanico all’interno della struttura polivalente ha creato la suggestione per questo nuovo progetto che coniuga ambiente, nuove tecnologie e arte visiva. I giovani ambientalisti del Collettivo Act in collaborazione con l’associazione Bonsai e guidati dai tutorial a cura di Michael Rotondi hanno contribuito alla realizzazione di un giardino sensoriale che racconta la propria storia, quella delle piccole piante che lo abitano, la macchia mediterranea e l’ambiente con l’ausilio delle nuove tecnologie; nello specifico è stato creato un QRcode a disposizione all’ingresso del percorso per fruire di ogni angolo del giardino in maniera creativa e didattica. Anche il nuovo muro firmato Oblo con il contributo di Sara Pastrenghi racconta attraverso l’arte visiva e con la realizzazione di cinque scene di 2 mt per 2 la storia di Sukoshi, il ciclo vitale di un bonsai che da seme ritorna seme. Ognuno dei cinque quadri rappresenta un momento di vita di Sukoshi, anche questo mappato da un QR code che ci permette di entrare nello spazio animato creato da Rotondi e narrato dalla voce di Lara Gallo. Le parole poetiche in forma di Haiku sono di Viola Barbara. Le pitture al quarzo sono di Cromology, sponsor tecnico che segue i progetti sociali di Uovo alla pop in maniera attenta sin dai suoi esordi.

Uovo alla pop ha voluto cogliere l’occasione del bando Toscanaincontemporanea2021 promosso dalla Regione Toscana per lasciare un’altra impronta di colore e uno sguardo sempre poetico verso i luoghi della città che traggono forza dalla propria fragilità.

L’inaugurazione del 23 dicembre prevede una mini-conferenza sui piccoli alberi a cura dell’associazione Bonsai, il taglio del nastro e il tour del murale alla scoperta della nascita dell’opera con i giovani del Collettivo ACT e per concludere un brindisi a cura di Reset.

Riproduzione riservata ©