Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Ugopiadi 2022. Più di cento carlini sulle colline livornesi

Mercoledì 12 Ottobre 2022 — 17:52

Ecco i vincitori provenienti da tutta Italia. Tema di quest’anno? Il cinema. Grazie al Lions Club Livorno Host, inoltre, quest’anno le Ugopiadi aiuteranno i cani meno fortunati. Durante il raduno, infatti, sono state raccolte un centinaio di scatolette di cibo morbido per i cani anziani del canile Baffi e Code di Livorno

Si è conclusa domenica 9 ottobre a Collesalvetti, sulle colline livornesi, la 17esima  edizione delle Ugopiadi, le Olimpiadi del Cane Carlino. Nei prati dell’Agriturismo Cà Lo Spelli quest’anno sono infatti arrivati ben oltre 100 carlini con umani annessi, provenienti da tutta Italia e persino dalla Svizzera. “Un bel successo – commenta Stefano Pampaloni, ideatore dell’iniziativa e CEO dell’agenzia di comunicazione Zaki – dopo la pausa forzata di due anni, a causa del Covid, le Ugopiadi sono finalmente tornate con un’edizione tra le più forti mai andate in scena”.
Ma cosa sono le Ugopiadi? Per chi ancora non lo sapesse, le Ugopiadi sono il raduno nazionale in stile Olimpico dei cani carlini più importane, originale e longevo in Italia che, dal 2004, si svolge in autunno in Toscana. Sono una festa un po’ folle e ironica, un pretesto goliardico per rendere reale e fisica (almeno per un giorno) la comunità virtuale di amanti della razza carlina che gravita attorno al sito www.ugopiadi.it e ai relativi social. Ogni edizione i raduni hanno un tema diverso. Quest’anno il filo conduttore della cerimonia d’apertura è stato quello del cinema. Così i carlini, insieme ai loro umani, hanno preso parte alla tradizionale sfilata in maschera di apertura, nelle vesti dei personaggi di film cult del grande schermo come “Pulp Fiction”, “Via col Vento”, “Bianco, Rosso e Verdone”, “Titanic”, “Tremors” e molto altro… Presente alla premiazione della sfilata anche la senatrice Michaela Biancofiore, intervenuta alle Ugopiadi insieme alla sua carlina Puggy
Dopo la cerimonia di apertura, le Ugopiadi vere e proprie hanno preso il via con l’accensione della fiamma olimpica da parte del mangiafuoco. Si sono susseguiti una serie di esercizi ginnici molto “leggeri” per cani e padroni, il cui unico obiettivo è stato quello di partecipare e, soprattutto, divertirsi: un giro per la campagna intorno all’agriturismo, una corsa di pochi metri, una breve staffetta insieme ai padroni e una corsetta con ostacoli alti pochi centimetri…Come sempre nessuna vera competizione, nessuna prova di agility o gara di bellezza; solo il piacere di stare all’aria aperta con il proprio carlino, immersi in una atmosfera spensierata e allegra.

Grazie al Lions Club Livorno Host, inoltre, quest’anno le Ugopiadi aiuteranno i cani meno fortunati. Durante il raduno, infatti, sono state raccolte un centinaio di scatolette di cibo morbido per i cani anziani del canile Baffi e Code di Livorno. Un piccolo ma importante gesto per dare una mano ai volontari che tutti i giorni si prendono cura dei cani ospiti della struttura. Ecco tutti i nomi dei carlini vincitori delle Ugopiadi, divisi per sezione:

Miglior film girato:
“Indiana Rufus”, con Rufus (Tivoli – Roma). Il remake, girato nei giorni precedenti le Ugopiadi, è visibile a questo link: https://fb.watch/g3HG3adTTV/

Sfilata: Premio Ugo: “Titanic” (Ronaldo – Bagno a Ripoli, Firenze), Premio originale: Bianco, Rosso e Verdone” (Regina – Arezzo); Premio gruppo: “Tremors” con Thea e Queen (Torre del Lago Puccini – Lucca).

Maratona (un giretto per la campagna):

Otello (Torino), Romeo (Ponte Buggianese – Pistoia), Tyrion Lannister (Livorno)

Staffetta:

Smith (Prato), Gnappo (La Spezia), Quitus (Prato)

100 mt carlini (leggi circa 20 metri):

Smith (Prato), Otello (Torino), Quintus (Prato)

100 metri carlini e ostacoli (leggi circa 20 metri e pochissimi centimetri di altezza per gli ostacoli):

Ape (Pontremoli – Massa), Smith (Prato), Carolina (Domodossola – VB)

Condividi:

Riproduzione riservata ©