Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Un mega capodoglio, realizzato con contenitori per alimenti usati, nella serata “Swipe”

Mercoledì 28 Settembre 2022 — 16:32

La grande scultura riproduce in scala 1:1 un capodoglio che vive realmente nel Santuario Pelagos e sarà posizionata per la serata del 15 ottobre all’interno del Terminal Crociere, in occasione dell’inedita festa organizzata da Lions Club Livorno Host i cui proventi andranno a sostegno del progetto PiùBlu, in difesa del mare livornese

Un capodoglio di dodici metri, realizzato recuperando, grazie al contributo del Gruppo Hera, 2.220 contenitori per alimenti usati, dai quali sono stati ricavati circa 4.500 elementi da assemblare per ricostruire la superficie esterna dell’animale. È con questa grande installazione simbolica intitolata “Il Capodoglio Giovanni” – ideata nel 2019 dall’artista Edoardo Malagigi per conto di SCART, progetto artistico e di comunicazione del Gruppo Hera – che dal 15 ottobre Lions Club Livorno Host accenderà i riflettori sul tema dell’inquinamento del mare. La grande scultura, infatti, riproduce in scala 1:1 un capodoglio esistente nel Santuario Pelagos e sarà posizionata per la serata del 15 ottobre all’interno del Terminal Crociere, in occasione di Swipe – Party for PiùBlu, un’inedita festa organizzata da Lions Club Livorno Host in calendario per la sera di sabato 15 ottobre dalle 20:00 e i cui proventi andranno a sostegno del progetto PiùBlu, in difesa del mare livornese.

“Il service principale che porteremo avanti tra il 2022 e il 2023 – spiega, infatti, Stefano Pampaloni, presidente del Lions Club Livorno Host – è quello legato a PiùBlu, un progetto locale e multilivello che racchiude al suo interno numerose azioni, dal carattere educativo, informatico, dimostrativo, ludico e concreto, tutte dedicate alla tutela dell’ambiente marino livornese. Gli appuntamenti saranno molti e pensati per coinvolgere tutti: una mostra di Trash Art all’Acquario di Livorno, una giornata di pulizia delle spiagge lungo la nostra costa con l’aiuto del Leo Club Livorno, la realizzazione di un murale a tema marino e l’acquisto di compattatori di plastica incentivanti. Proprio per sostenere tutte queste iniziative che avranno una ricaduta concreta e simbolica sul nostro territorio abbiamo organizzato Swipe – Party for PiùBlu, una serata di raccolta fondi sui generis, un mix di impegno, divertimento, amicizia, relazioni, spettacolo il cui ricavato andrà a favore di PiùBlu. Il titolo dell’evento nasce dal significato di Swipe, ovvero il gesto che tutti i giorni facciamo sul cellulare per scorrere le news di un giornale o la bacheca dei social. Swipe è un gesto quotidiano di cambiamento, che in questo caso si sposa con il concetto alla base di PiùBlu. Dobbiamo fare swipe con le nostre abitudini, fare gesti quotidiani di cambiamento e sviluppare un senso di responsabilità personale nei confronti dell’ambiente”.

La serata si articolerà in più momenti e verrà simbolicamente introdotta dalla grande installazione artistica del capodoglio. Prenderà poi il via una sfilata di moda a cura del brand Milchstrasse di Livorno. La cena a buffet con open bar sarà accompagnata da musica e DJ set e accoglierà momenti di approfondimento e riflessione sullo stato del nostro mare e sulle azioni che possiamo mettere in atto per cambiare rotta.

L’evento è reso possibile grazie ai numerosi partner che hanno deciso di supportare la serata: Autorità Portuale, Livorno Porto 2000, Gino Mercedes, Lena Artebagno, Zaki Creative digital agency, Milchstrasse, Studio Dentistico Smile Restyle, Gioielleria Avelardi, Eventi Italia, Bagni Pancaldi, Ottica Giachi, F.telli Santucci, Gruppo Hera, Scart, Sogese, Gruppo S, Seatrag, Porto Immobiliare.  Per partecipare all’evento è necessario prenotarsi recandosi nei seguenti corner a Livorno: Milchstrasse, Ottica Giachi, Gioielleria Avelardi, Zaki Creative digital agency.

SCART, il lato bello e utile del rifiuto
SCART è progetto artistico e di comunicazione del Gruppo Hera che da quasi 25 anni trasforma scarti di lavorazione industriale in opere d’arte, offrendo una seconda chance a materiali che hanno ancora molto da dire. Tracciando una strada innovativa capace di coniugare etica e bellezza.

Negli anni SCART ha realizzato una collezione di oltre 1000 pezzi fra componenti d’arredo e di design, sculture, quadri, strumenti musicali, costumi di scena e scenografie, realizzate partendo esclusivamente da materiale di recupero. L’ambizione del Gruppo Hera è quella di raggiungere, grazie al progetto SCART, un pubblico sempre più vasto, attraverso un linguaggio trasversale come quello dell’arte, per sensibilizzare sui temi dell’economia circolare, della sostenibilità e sull’impatto ambientale dei rifiuti quando non sono correttamente differenziati.

Le opere Scart sono un patrimonio a disposizione di coloro che vogliono sostenere la cultura ambientale utilizzando strumenti di comunicazione innovativi ed efficaci.

Maurizio Giani

INFO: Per maggiori dettagli sul progetto PiùBlu e partecipare al crowdfunding: https://gofund.me/752703b5
Per restare aggiornato sui service del Lions Club Livorno Host, segui la pagina FB https://www.facebook.com/lionsclublivornohost.

Condividi:

Riproduzione riservata ©