Cerca nel quotidiano:


Una “non stop” sul palco per ricordare Enzina Conte. Ecco chi si esibisce

L'appuntamento è in programma per domenica 13 ottobre a partire dalle 17. Sul palco tantissimi artisti che hanno avuto l'onore di lavorare con lei. L'incasso sarà devoluto al Pascoli

giovedì 10 Ottobre 2019 12:38

Mediagallery

Il 13 ottobre del 2018 ci lasciava Enzina Conte, storica insegnante di teatro di centinaia di giovani e meno giovani livornesi. Fondatrice della scuola di recitazione Vertigo oggi “Scuola di arti Sceniche Enzina Conte”, diretta da suo figlio Marco Conte.
La compagnia Vertigo “figlia” della compianta maestra si unisce a tanti suoi ex allievi, oggi anche di altre realtà, per ricordarla con una non stop.
A partire dalle 17 di domenica 13, infatti sul palco che oggi porta il suo nome, il teatro Enzina Conte appunto, si alterneranno vari artisti che sono stati suoi allievi in passato e che ancora oggi chi come professionista, chi no, calcano il palcoscenico, per via di quell’amore per il teatro che Enzina sapeva diffondere. La serata sarà divisa in due parti: la prima dalle 17 alle 20 circa e la seconda dalle 21 alle 220 circa. L’incasso sarà devoluto al Pascoli.
Tra i tanti nomi che si alterneranno sul palco, tutti di ottimo livello, i più conosciuti nella prima parte saranno: Paola Pasqui, Edoardo Ripoli, Alessio Pianigiani, Marco Conte, Massimiliano Bardocci, Sandro Andreini, Giorgio Monteleone, il trio canoro Le Diecibel e Maddalena Adorni. Nella seconda parte Claudio Marmugi, Monica Brachini, Michele Crestacci, Claudio Monteleone, Silvana Cocorullo, Elisa Puccini, Rebecca Luparini; potrebbero anche esserci belle sorprese da parte di artisti che oggi non vivono più a Livorno o che sono impegnati come professionisti a Roma o Milano, ma che potrebbero liberarsi per venire ad omaggiare la loro insegnante.
“Non poteva esserci modo migliore per ricordarla – dice Marco Conte direttore artistico della compagnia Vertigo – che uno spettacolo in suo onore, dove ciascuno proporrà il suo cavallo di battaglia, brani storici oppure i brani insegnati da Enzina o un semplice ricordo. Lei ne sarà felice perché tutti questi artisti sono stati formati da lei e in loro Enzina vive ancora”.
Per info: 0586.210120 la biglietteria sarà aperta dalle 16.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.