Cerca nel quotidiano:


Uno show di beneficenza per ricordare Azzurra Lorenzini

Andrà in scena sabato 26 settembre con inizio alle 21.15 e domenica 27 settembre alle 15.30 al Cinema Teatro Salesiani, lo spettacolo in ricordo della giovane cantante, conduttrice Tv e presentatrice Azzurra Lorenzini

Venerdì 25 Settembre 2020 — 16:05

Mediagallery

Andrà in scena sabato 26 settembre con inizio alle 21.15 e domenica 27 settembre alle 15.30 al Cinema Teatro Salesiani, lo spettacolo in ricordo della giovane cantante, conduttrice Tv e presentatrice Azzurra Lorenzini, scomparsa lo scorso dicembre dopo una durissima lotta contro un melanoma.
Uno spettacolo fortemente voluto dal marito Daniele Pelissero con cui faceva coppia, oltre che nella vita, anche artisticamente organizzando numerosi eventi canori, serate musicali ed anche benefiche. Ed è proprio con  la beneficenza che daniele vuole proseguire, così come lo voleva Azzurra.
Azzurra ha esaudito il suo ultimo desiderio incidendo un brano ormai noto dal titolo “Letto 23” (quasi 180mila visualizzazioni su Youtube) grazie a Gianni Errera, produttore e titolare della casa discografica One Publishing di roma.

L’evento era in programma per lo scorso aprile, ma causa Covid, è stato rimandato a settembre e vedrà protagonisti bravissimi e bravissime cantanti, comici, artisti live, sfilate di moda, ballerini e video dove ascolteremo la splendida voce di Azzurra. Saranno presenti le associazioni per il melanoma Melavivo e Apaim di Roma che hanno contribuito, soprattutto  negli ultimi mesi, alle cure dell’artista.
“Speravamo di fare due giorni di sold out – spiega Daniele Pelissero – ma purtroppo le normative per il Covid prevedono il distanziamento ed il teatro potrà contenere appena un terzo della capienza. Faremo di tutto comunque per cercare di raccogliere più denaro possibile da devolvere alle due associazioni ed alla cittadella di Padre Pio, di cui Azzurra era devota, per la costruzione di un ospedale oncologico in Calabria. Saranno sicuramente due giorni di grande emozione, quella stessa che azzurra sapeva dare ogni volta che la sua voce dava fiato”.

Riproduzione riservata ©