Cerca nel quotidiano:


Uovo alla Pop, via alla mostra dell’arte di strada dedicata alla natura

Dal 20 giugno al 20 settembre espongono 32 artisti con opere sulla natura che torna a vivere. Ingresso libero

Domenica 21 Giugno 2020 — 13:51

di Tommaso Lucchesi

Mediagallery

Ben 32 artisti, da Clet e Blub a Exit Enter, Urban Solid e molti altri, ognuno portatore della sua riflessione sul momento storico che stiamo vivendo. Il progetto artistico ideato dalle "Uovas" Libera Capezzone, Viola Barbara, Valeria Aretusi e Giulia Bernini prevede anche un’autentica “experience”

Riapre i battenti la galleria d’arte contemporanea Uovo alla Pop con un grande evento lungo tre mesi, battezzato Nature has nature e dedicato alla natura durante il periodo del lockdown. Sabato 20 giugno nello spazio espositivo che si affaccia sugli Scali delle Cantine è stata inaugurata la collettiva che ospita ben 32 artisti, da Clet Blub a Exit Enter, Urban Solid e molti altri, ognuno portatore della sua riflessione sul momento storico che stiamo vivendo. Il progetto artistico ideato dalle “Uovas” Libera Capezzone, Viola Barbara, Valeria Aretusi e Giulia Bernini prevede anche un’autentica “experience” con suoni e luci capaci di immergere il visitatore in un universo in cui è la natura a farla da padrona.
Oltre a permettere di osservare opere di street art e arte contemporanea, la mostra lancia anche un messaggio etico con il desiderio di non dimenticare quanto successo e riprendere a la vita con più rispetto verso l’ambiente. Ci spiega nel dettaglio la genesi di questo evento la co-fondatrice di Uovo alla Pop Valeria Aretusi: “Durante la fase 1 abbiamo scelto una trentina di artisti con il compito di rispondere a modo loro alla domanda “Cosa starà facendo la natura senza di te?” e le risposte sono state entusiasmanti. Volevamo far riflettere sugli spazi che la natura si è ripresa durante il periodo del Covid dopo le privazioni perpetrate da parte dell’uomo, costretto a stare chiuso in casa. Il progetto, nato sotto forma di mostra collettiva virtuale, ha visto inizialmente l’esposizione sul web di opere originali e rispettive stampe e, ancora in piena pandemia, abbiamo lanciato una “chiamata all’appello” per gli artisti intitolata “Tomorrow’s walls” in cui street artist, pittori, illustratori e fotografi di tutta Italia hanno dato vita a una mostra online con 50 creazioni il cui ricavato è stato donato per la Terapia intensiva dell’Ospedale di Livorno.
Dopo queste esperienze ci è sembrato il momento di tornare a vivere la realtà con un lavoro che intende far risvegliare la coscienza dei livornesi non solo nei confronti della natura ma anche dell’intera umanità.” Sul tema delle distanze da rispettare per accedere all’esposizione ci informa sempre Aretusi: “Dal 21 giugno al 20 settembre sarà possibile visitare la mostra gratuitamente ogni sabato e domenica pomeriggio e  su prenotazione in qualunque altro giorno. Per rispettare le normative Covid l’ingresso sarà per 6 persone alle volta.” Per info e prenotazioni [email protected]  oppure 380-52.70.947.
Una parola anche con l’assessore alla cultura Simone Lenzi che ha ammesso l’importanza dell’arte come reazione vitale agli eventi che ci sono capitati nei mesi scorsi: “Ho molta stima delle ragazze di Uovo alla pop e dei loro progetti spesso a sfondo sociale e ancora più se rappresentano il primo passo per un graduale riavvicinamento tra Livorno e gli ambienti artistici. A breve riapriremo il museo di città e riprenderemo da dove ci eravamo fermati.”
Ecco l’elenco completo dei 32 artisti di “Nature has Nature”: Ache77, Autoritratto, Bibbito Sbit.Jpeg, Blub L’arte sa nuotare, Nicola Buttari, C0110, Carla Bru, Andrea Casciu, Martino Chiti, Clet, Demetrio Di Grado, Elfo, Exit Enter, Merioone, Jerico, Lediesis, Libertà, Ligama, Luchadora, Mono_Graff, Oblo, Barbara Oizmud, Pomo, Random Guy, Valentina Restivo, Francesco Ripoli, Michael Rotondi, El Rey de la Ruina, Sick Boy, Undeterred, Urbansolid, Vantees.

Riproduzione riservata ©