Cerca nel quotidiano:


“Mascagni Night”: passeggiata musicale da Ardenza ad Antignano

Si parte (procedendo in direzione sud) dal parco pubblico all’altezza dell’Hotel Universal (postazioni n.1 e n.2), scalinata di Antignano (postazione n.3), spiaggia delle tamerici (n.4), Calalonga (n.5), per arrivare al parco dello Scoglio della Ballerina (n.6)

Giovedì 12 Agosto 2021 — 11:47

Mediagallery

Protagonisti della serata saranno i soprani Oleksandra Dery, Eleni Komni, Maria Luisa Lattante e Angeliki Vardaka, il mezzosoprano Karatepe Tugce, il tenore Enrico Terrone ed il baritono Luca Bruno; al pianoforte Massimo Salotti, Eugenio Milazzo, Chiara Mariani

Un’originale “Passeggiata Musicale” da Ardenza ad Antignano, sul lungomare di Livorno: è il “Mascagni night”, la nuova iniziativa del Mascagni Festival attesa per venerdì 13 agosto a partire dalle 21.30 e realizzata in collaborazione con l’Istituto Superiore di Studi Musicali Pietro Mascagni.

Un’occasione speciale per scoprire, passeggiando, pagine dal raro ascolto del repertorio mascagnano: attraverso sei distinte postazioni, prenderà vita spettacolo itinerante, sempre diverso, con un proprio coinvolgente programma musicale. Si parte (procedendo in direzione sud) dal parco pubblico all’altezza dell’Hotel Universal (postazioni n.1 e n.2), scalinata di Antignano (postazione n.3), spiaggia delle tamerici (n.4), Calalonga (n.5), per arrivare al parco dello Scoglio della Ballerina (n.6); ovviamente il percorso potrà essere fatto anche in senso inverso.

In ciascuna di queste, lo spettatore potrà ascoltare varie formazioni strumentali e vocali, impegnate arie tratte da opere quale I Rantzau, Parisina, Nerone, Zanetto, fino alle più celebri Cavalleria rusticana, L’amico Fritz, Iris e Lodoletta, oltre che trascrizioni per formazioni di archi e fiati tratte dal ricco repertorio del musicista livornese. Particolarmente rari ed interessanti le romanze mascagnane Sera d’ottobre, Rosa, Pena d’amore, Ballata medievale, La stella di Garibaldi e La ballata di maggio, dove sarà facile e piacevole riconoscere l’inconfondibile vena melodica del musicista livornese e l’impeto di tante sue composizioni.

Protagonisti della serata saranno i soprani Oleksandra Dery, Eleni Komni, Maria Luisa Lattante e Angeliki Vardaka, il mezzosoprano Karatepe Tugce, il tenore Enrico Terrone ed il baritono Luca Bruno; al pianoforte Massimo Salotti, Eugenio Milazzo, Chiara Mariani.

Per quanto riguarda le formazioni dell’ISSM Mascagni ascolteremo rispettivamente: quartetto d’archi composto da Arianna Argentieri e Matteo Lo Bracco, violino –  Schirin Massai viola – Giulia Casini violoncello, in “Mascagni, Mein erster Walzer”, trascrizione dalla versione pianistica di Fabio Machiavelli; quartetto di clarinetti (Matteo Castellucci, Paola Primitivi, Michele La Greca, clarinetti; Gabriel Beghini clarinetto basso) in “Mascagni, Cavalleria rusticana,  Preludio e intermezzo; quintetto di fiati (Brugnoni Chiara flauto; Spinelli Jessica oboe; Ceccanti Adele clarinetto; Vagnetti Lorenzo fagotto;  Cofano Daniele corno) che saranno impegnati in “Mascagni, Isabeau, intermezzo, trascrizione di Fabio De Sanctis De Benedictis.

La partecipazione all’evento è libera, nel rispetto delle norme previste per il contenimento del covid 19.

Riproduzione riservata ©