Cerca nel quotidiano:


Weekend tutto da vivere al Teatro della Brigata. Gli eventi

Il week end ha inizio sabato 7 dicembre dove, in doppia replica alle 16:30 e alle ore 18, per la rassegna del Teatro della Brigata dedicata alle famiglie, la compagnia porterà in scena "Scarpette Strette"

Lunedì 2 Dicembre 2019 — 12:17

Mediagallery

Un fine settimana ricco di appuntamenti organizzati dal Teatro della Brigata, quello di sabato 7 e domenica 8 dicembre. Luna e Gnac, la compagnia bergamasca di comprovata esperienza e fama sul territorio nazionale, farà tappa a Livorno dove, nel corso del weekend, presenterà un ventaglio di alcuni dei loro più celebri lavori adatti a tutte l’età!

Il week end ha inizio sabato 7 dicembre dove, in doppia replica alle 16:30 e alle ore 18, per la rassegna del Teatro della Brigata dedicata alle famiglie, la compagnia porterà in scena “Scarpette Strette”. Uno spettacolo per bambini dai 5 anni, all’insegna dell’ironia e dello spirito di adattamento, nella migliore tradizione della clownerie, in un delizioso gioco di teatro nel teatro. Tutto in scena è infatti pronto per la presentazione della celebre opera Pierino e il lupo di Sergej Prokofiev. Il teatro è gremito, ma poco prima dell’inizio, un imprevisto: l’orchestra non c’è! Lo show deve comunque andare avanti, ed in un gioco dove le tensioni personali dei protagonisti e le vicende dei personaggi della fiaba procedono parallele, si assiste ad uno spettacolo comico e intenso.

Per questo appuntamento, nei locali della Palestra CEC , situata di fronte al Teatro della Brigata, per chi avrà acquistato il biglietto dello spettacolo, sarà inoltre possibile, previa prenotazione, partecipare ad un laboratorio per tutta la famiglia previsto nei seguenti orari : primo gruppo ore 16.45 / secondo gruppo ore 18.00.

La sera di sabato 7 alle 21.15 è invece dedicata ai ragazzi e agli adulti. Per il primo appuntamento della rassegna  de I Piccoli Maestri in scena “Gino Bartali. Un eroe silenzioso”, spettacolo tratto dal libro La corsa giusta di Antonio Ferrara.  Uno spettacolo per parlare dell’Italia e degli italiani al tempo del Fascismo, della fatica dello sport e del silenzio delle azioni più coraggiose. E’ il racconto appassionato e approfondito della vita di un campione sportivo, ma soprattutto di un uomo che ha scelto da che parte stare. Una storia che Bartali  ha sempre tenuto nascosta, perché “il bene lo si deve fare ma non lo si deve dire, che se lo dici si sciupa”.

Domenica 8 dicembre invece, l’appuntamento è alle 17  alla Sala spettacolo di Collesalvetti, con “Motzri!” Uno spettacolo poetico, comico e originalissimo, capace di coinvolgere i bambini e commuovere gli adulti per la sua forza e le domande che pone ai più grandi. La storia che ci viene raccontata è quella di Tobia, un bambino un po’ particolare, che vive spesso nelle sue fantasie ma che al tempo stesso ci mostra attraverso i suoi disegni la sua grande ricchezza interiore. A metà tra fumetto, teatro d’attore e teatro d’ombra, lo spettacolo ha per tema la libertà creativa, la fantasia, il mondo del sogno in contrasto con le aspettative del mondo adulto.

Prenotazione obbligatoria.

Per informazioni: [email protected] o chiamare al numero 327/8844341.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.