Cerca nel quotidiano:


AIL: sì all’ospedale ma con tempi certi

Martedì 24 Settembre 2019 — 10:13

Finalmente ci siamo! E’ proprio il caso di dirlo: ci siamo! L’attesa della città per un nuovo ospedale all’altezza delle necessità della gente sta per finire. Dopo anni e anni di discussioni, progetti, mezze promesse e impegni non mantenuti, siamo arrivati al capolinea. Il recente accordo tra Regione, Comune e ASL fa  ben sperare. Sicuramente non sarà il top delle soluzioni ma è pur sempre una soluzione che va nel verso della volontà della stragrande maggioranza dei livornesi, quello cioè di fare un Ospedale nuovo in Viale Alfieri. Dedicando il nostro tempo libero, come volontari, al sostegno all’interno dell’Ospedale delle persone ricoverate o in Day Hospital per terapie, possiamo essere testimoni dei disagi e delle aspettative dei pazienti e dei loro familiari, del personale sanitario e, in ultimo, dei volontari. Raccogliamo malumori giornalieri per disservizi che vanno dalla ristrettezza dei locali, alla mancanza di bagni privati  nei reparti,  alle camere con troppi pazienti, alla mancanza di parcheggi. Sono anni che i Reparti hanno bisogno di manutenzione conseguente alla struttura del Palazzo, bellissima dal punto di vista architettonico ma ormai vecchia, al cui interno i cantieri sono attivi  da lungo tempo e si spostano di Padiglione in Padiglione. Prendiamo come esempio la ristrutturazione del Primo padiglione, ormai in corso da mesi. I pazienti, pioggia o vento, devono per forza uscire all’aperto. E’ giunta l’ora che questo macchinario, così importante, trovi collocazione all’interno del Reparto unificandolo a Radioterapia e Medicina Nucleare. Ecco, queste sono alcune considerazioni per cui noi diciamo Si al nuovo Ospedale. Con una raccomandazione: tempi certi!!!

La Presidente Associazione Cure Palliative Francesca Luschi

Il Presidente AIL Livorno Alessandro Baldi         

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.