Cerca nel quotidiano:


All’asilo con la mascherina a sei anni. I genitori: “Noi li mandiamo senza”

Riceviamo e pubblichiamo una lettera dei genitori della scuola d'infanzia La Rosa indirizzata ai ministri della Salute e dell'Istruzione e riguardante l'obbligatorietà di indossare la mascherina da 6 anni in su anche all'interno delle scuole d'infanzia

Mercoledì 4 Maggio 2022 — 16:30

Mediagallery

Riceviamo e pubblichiamo una lettera dei genitori della scuola d’infanzia La Rosa indirizzata ai ministri della Salute e dell’Istruzione e riguardante l’obbligatorietà di indossare la mascherina da 6 anni in su anche all’interno delle scuole d’infanzia.

“Egregi ministri della Salute e dell’Istruzione, siamo i genitori di bambini che frequentano l’ultimo anno della scuola dell’infanzia La Rosa, di Livorno. Siamo indignati per la situazione che si è venuta a creare con l’emanazione dell’articolo 9 del DL del 24/3/22, secondo il quale i bambini che frequentano la scuola dell’infanzia che hanno compiuto 6 anni sono costretti a indossare i dispositivi di protezione delle vie aeree, un inasprimento delle norme a carico degli studenti più piccoli quando nel frattempo ci si apprestava a dichiarare la fine dello stato di emergenza.

Dal 1° aprile, l’attuazione dell’articolo 9 ha creato all’interno delle classi una discriminazione che non ha ragione di esistere, oltre ad essere quanto di più vicino all’incompatibilità con le attività didattiche della scuola dell’infanzia: correre, cantare, giocare, oltretutto con l’avvicinarsi della stagione estiva e con l’aumento delle temperature.

Sono stati inviati alla vostra attenzioni numerosi appelli da parte di organi istituzionali e non per correggere in tempi brevi questa situazione: la lettera del presidente delle regioni in data 13 aprile, lettere da parte di vicesindaci, comunicati da parte di Federazione Italiana Scuole materne, petizioni da parte di associazioni genitori studenti, e non ultime, migliaia di sollecitazioni inviate da noi stessi genitori.

E’ stato firmato un emendamento il 28 di aprile che avrebbe dovuto sbrogliare questa situazione, ma ad oggi, le istituzioni scolastiche ci dicono che non è stato ancora recepito dal ministero.

Riteniamo folle che questo trattamento discriminatorio privo di alcun fondamento scientifico, nei confronti dei più piccoli debba perpetuarsi ulteriormente, anche se solo per qualche giorno ancora, oltretutto a monte di un emendamento già firmato.

Come se non bastasse, a differenza di quanto avviene in tutte le scuole di grado superiore, nessuno fornisce le mascherine ai nostri bambini, a dimostrazione ulteriore, se mai ce ne fosse bisogno, che si tratta di un errore.

Siamo quindi di nuovo a sollecitare un intervento tempestivo e urgente da parte del governo che metta fine a questo “VULNUS”, come dichiarato dal deputato Lorenzini.

Noi genitori, dal canto nostro, siamo pronti a mandare a scuola i nostri bambini senza mascherine da mercoledì 4 maggio, emendamento recepito o no.

Buon lavoro, saluti

I genitori

Riproduzione riservata ©