Cerca nel quotidiano:


Amadio: “E’ sconcertante sentire Salvetti su Sea Watch”

sabato 29 Giugno 2019 16:03

Mediagallery

È sconcertante dover sentire il Sindaco Luca Salvetti, che pur dovrebbe rispettare le Istituzioni e le relative competenze, sparare frasi del tipo “apriamo il porto di Livorno alla Sea Watch”, quando sa benissimo (almeno, me lo auguro) che, al massimo, un Sindaco può aprire il portone del Palazzo Municipale. È deprimente vederlo scimmiottare i vertici del PD (il partito degli anti – Italiani) i cui Parlamentari si recano a Lampedusa per solidarizzare con la Capitana criminale della. Sea Watch. Quale credibilità possono avere questi esponenti che prendono pubblicamente posizione contro lo Stato che , invece, dovrebbero rappresentare ? Ma costoro lo sanno che esistono i confini nazionali che vanno rispettati e difesi? La Comandante Carola Rackete è stata arrestata per resistenza e violenza contro nave da guerra e per favoreggiamento dell’immigrazione. Come se non bastasse, ha tentato di schiacciare contro la banchina del porto di Lampedusa una motovedetta della Guardia di Finanza, mettendo così a rischio la vita degli agenti. Dimettetevi tutti!
Marcella Amadio, Coordinatore Regionale del Movimento Nazionale per la Sovranità

Riproduzione riservata ©

7 commenti

 
  1. # adriano

    quello che mi lascia perplesso che non conoscono manco le leggi non è di loro competenza l’accesso ai porti

  2. # Marcello

    Difatti, non e’ certo un bel biglietto da visita quello di Salvetti, ha subito rimarcato le impronte dei suoi predecessori di sinistra, un disco rotto che ascoltiamo da anni senza nessuna variazione o miglioramento, oltretutto il sindaco sa benissimo che il blitz illegale compiuto dalla capitana accusata di favoreggiamento di immigrazione clandestina ecc. ecc. e’ totalmente illegale, quindi dovrebbe starsene un po’ piu’ composto per rispetto dell’Italia che invece, rispetta le leggi e non essere additato come complice di quel gesto assolutamente fuorilegge.

    1. # Bibicio

      Perché continuate a dire sinistra, ma se andate a vedere il 70℅ di deputati o onorevoli del PD sono ex democristiani, e probabile che noi Livornesi (mi ci metto anche io) non lo sanno

    2. # Piero Pitigliano

      Con sommo dispiacere per la signora Amadio e per gli altri “leoni da tastiera”, Karola è libera, a dimostrazione del fatto che prima di aprire bocca dovremmo cercare di sapere di cosa si parla. Salvetti ha detto una cosa inutile per mera propaganda? Vero. Ma, a quanto pare, è in ottima compagnia

  3. # Ig

    Sconfitti alle elezioni qui a Livorno.

    Avanti così Sindaco, ben fatto!!!

  4. # Luca P.

    Quella del neo sindaco è una presa di posizione giusta e sacrosanta. A prescindere dagli aspetti concreti, serve a chiarire che aria tira a Livorno, serve a ribadire un principio. Qualcosa che, soprattutto a Livorno, era necessario fare. Chi è in grado di capire, capisce… Chi non è in grado di capire, è distratto. Chi capisce ma non è d’accordo, cavoli suoi.

  5. # cicciopelliccio

    A non capire sono in tanti, o perlomeno a non voler capire.
    Le ONG partano da un principio giusto, cioè salvare persone in pericolo.
    Ok, va bene, ma non è lecito e tantomeno obbligatorio il fatto che queste persone “salvate” debbano essere per forza ospitate dalla Nazione scelta unicamente dal comandante della nave, che guarda caso è sempre l’Italia.
    Se una persona sceglie di fare del bene, non è che invita a cena un bisognoso a casa di un altro che non sa niente, chi vuol fare del bene, lo fa a suo carico, non a scapito di un terzo.
    A far del “bene” cosi siamo capaci tutti.
    Questo è il concetto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.