Cerca nel quotidiano:


Anche i centri olistici devono essere sostenuti

Domenica 25 Ottobre 2020 — 18:53

Gentile sindaco, sono Rossi Roberta, la Presidente della Rete Olistica Livorno, che comprende 20 centri e studi olistici livornesi. Dopo il periodo della chiusura dei nostri centri (che non sono palestre per il tipo di attività che qui svolgiamo, ma che purtroppo rientrano nella categoria) ci siamo subito messi al lavoro per riaprire in sicurezza. Abbiamo chiamato le ditte per santificare gli ambienti, comprato i gel disinfettanti per le mani, comprato i detersivi, i detergenti da usare ad ogni lezione, negli spogliatoi abbiamo comprato sacchi, contenitori per gli indumenti, sanificando ogni tappetino e ogni oggetto usato a lezione. Qualcuno di noi, più fortunato è riuscito ad avere una riduzione sull’affitto, altri no, che si sono indebitati pur di ricominciare.
Ci siamo informati sulle procedure, facendo compilare stampati, per la sicurezza, per la privacy, ci siamo trovati a dover ripensare tutta l’organizzazione dei corsi, degli orari, del numero massimo, a dover tenere le presenze e le prenotazioni. Abbiamo superato tutto questo e siamo riusciti a ricominciare, in sala pratica ognuno sul proprio tappetino, a distanza, abbiamo fatto yoga, meditazione, QI GONG. Non abbiamo abbandonato gli allievi, in difficoltà, abbiamo anche attivato piattaforme e fatto lezioni via Skype, zoom. In questi giorni stiamo vivendo ancora una volta sulla nostra pelle la possibilità della chiusura, anche se non facciamo sport di contatto, anzi non sono proprio sport, ma sono discipline che insegnano e promuovono il ben-essere, il rispetto, la salute, uno stile di vita sano. Ben lo sanno i migliaia di allievi livornesi, i migliaia di bambini e i ragazzi delle 250 classi delle scuole di ogni ordine e grado che abbiamo frequentato per due anni col progetto scuola-città, come lo sa la RAI, che con la troupe di Linea Verde verrà a filmarci, per una puntata su Livorno.
Signor Sindaco, che impressione vogliamo dare? Quella di una città famosa per gli atti vandalici all’Attias o una città dove si promuove lo stare bene, vicino ai cittadini? Le chiediamo un Suo intervento in tal senso per dare un appoggio sostanziale a noi operatori e ai suoi concittadini.

Roberta Rossi presidente della Rete Olistica Livorno

Riproduzione riservata ©