Cerca nel quotidiano:


Anche noi ambulanti vogliamo risposte sulla riapertura

Marco Mainardi, vice presidente F.i.v.a Confcommercio Livorno: "In Italia siamo oltre 200.000 realtà. Se non avremo risposte certe a breve gli operatori scenderanno in piazza"

Mercoledì 13 Maggio 2020 — 11:58

Mediagallery

"Si parla approfonditamente di quasi tutte le categorie dai bar/ristorazione, centri estetici, tatuatori, palestre, centri sportivi. E la nostra categoria? Siamo al limite"

Vorrei porre l’attenzione sulla categoria degli ambulanti che sembra invisibile da parte delle istituzioni e della stampa. Leggendo varie testate in tema di riaperture si parla approfonditamente di quasi tutte le categorie dai bar/ristorazione, centri estetici, tatuatori, palestre, centri sportivi ma di noi nemmeno “ir puzzo”, eppure gli ambulanti in Italia sono oltre 200.000 e tra familiari e dipendenti quasi 500.000 persone lavorano in questo ambito. Ma niente, da giorni leggiamo di riaperture a breve, ma non si parla di quelle che saranno le dinamiche di sicurezza che dovremo approntare e poi di atti ufficiali riguardo a date certe nemmeno l’ombra…. Le persone sono stremate, molti non avranno nemmeno le capacità economiche di ripartire, viviamo in limbo inquietante che sta distruggendo anche psicologicamente oltre che dal punto di vista economico intere famiglie, il malcontento sta diventando rabbia! Se non avremo risposte certe a breve sul nostro futuro gli operatori scenderanno in piazza. Noi fino adesso abbiamo cercato di gestire la situazione per non farla sfociare in reazioni non controllabili, ma siamo al limite. Anch’io personalmente non ho più la voglia di restare passivo perché non sono e non siamo noi ambulanti figli di un dio minore.

Marco Mainardi vice presidente F.i.v.a Confcommercio Livorno (foto)

La risposta del sindaco – “Stiamo lavorando ad una apertura anticipata, abbiamo fatto e stiamo facendo sopralluoghi per trovare le giuste soluzioni nonché riunioni in Anci. Insomma, siamo in stretto contatto con le associazioni di categoria. L’obiettivo è quello di far svolgere il primo mercatino del venerdì il 22 maggio, a Santa Giulia”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Marco Mainardi

    Confermo le parole del sindaco,perché a livello locale,abbiamo avuto piena collaborazione,anche riguardo a sistemi di tutela, nostra e degli utenti, anche allargando la sede dove si svolge normalmente il mercato, le nostre lamentele sono indirizzate ad altre istituzioni.

    Marco Mainardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.