Cerca nel quotidiano:


Bagni liberi, Tamburini (Lega): “Ancora un buco nell’acqua?”

Giovedì 16 Giugno 2016 — 13:10

Questi sono davvero straordinari, non sono cattivi, è che non hanno il minimo senso del ridicolo e credo se la possano giocare alla grande con il ragazzotto fiorentino, bomba da una parte e bomba dall’altra e l’ultima perla, per ora, è rappresentata dalla recente ordinanza sull’ingresso libero e gratuito negli stabilimenti balneari, con la quale la loro fantasia e genialità hanno raggiunto vette estreme.
Con la prima, estate 2015, avevano imposto ai concessionari, la realizzazione di un corridoio delimitato da strisce bianche che quattro sfigati, mica cosi per dire, sono stati proprio quattro , dovevano percorrere per raggiungere il mare ed una volta li, obbligatoriamente dovevano tuffarsi, rinfrescarsi, soddisfare le usuali esigenze fisiologiche che sempre si manifestano quanto ti immergi per la prima volta, poi risalire e andarsene, sempre percorrendo rigorosamente a ritroso il corridoio in mezzo ai normali utenti. Insomma, quasi come al tempo delle legioni romane, quando i soldati vigliacchi o traditori venivano costretti a passare attraverso due ali di commilitoni che li bastonavano a morte, ora i tempi sono cambiati e ci si limita a sorrisi di compatimento. Per la stagione in corso, intelligentemente i grillini, onde evitare una simile umiliazione, hanno eliminato il corridoio e pertanto i soliti quattro dell’anno scorso, saranno liberi di raggiungere l’acqua anche con qualche deviazione a destra od a sinistra in più, mica è finita qui, in base ad un elementare principio di libertà e di democrazia, una volta arrivati in prossimità dell’acqua, potranno scegliere se gettarsi o semplicemente fermarsi e riempire i loro polmoni di aria salmastra. Poi, però, dato che non si può avere tutto dalla vita, non potranno stendere un asciugamano, sdraiarsi e prendere il sole, ma dovranno rigorosamente rimanere in piedi, non c’è scritto se in posizione di “attenti” o di “riposo”. Caro sindaco, mi dia retta, un lavoro l’aveva e lo avrà ancora, i computer si rompono sempre, se ne vada il prima possibile e lasci i livornesi liberi di tornare al voto, prima che una risata planetaria vi e purtroppo ci seppellisca.

Bruno Tamburini Lega Nord

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # michele

    certo cosi magari un posticino lo riprendi , non hai mai parlato tanto come in questo mese

    1. # dassatti

      E ora un è nulla ! Vedrài quando tornerà in consiglio comunale nello strapuntino della Lega come si darà da fare ! Altro che in An e Forza Italia !

  2. # mare libero ORA

    demanio vuol dire dello Stato,di tutta la comunità. I bagni non sono proprietà privata,sono di tutti,specie delle categorie svantaggiate e più deboli che non possono usare le scogliere del romito.Basta recinzioni,basta muri,si paghino solo i servizi per chi ne vuole.MARE LIBERO SUBITO!!!

  3. # fiducia

    Io avevo fiducia che le cose restassero come sono..per questo ho fatto abbonamento ad ingressi e pagato ombrellone..se si entra gratis voglio risarciti i vaini dell’abbonamento per ingressi..regolare no? Non si cambiano le regole in corsa..

  4. # mare libero Ora

    I ccittadini possono entrare ora gratuitamente, senza limiti di tempo e in tranquillita’ per fare il bagno o stare dove tutti. è quello che volevamo e che era stato votato dal consiglio comunale.Lottare fino alla fine per il rispetto della Legge anche a Livorno e per il rispetto della delibera del cons comunale.via muri e barriere si paghino solo i servizi.Mare libero Ora

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.