Cerca nel quotidiano:


Borgo, Confcommercio fa il punto sulla pedonalizzazione

Il direttore Pieragnoli: "Conciliare i diversi interessi è ancora più importante in questo periodo di disastro economico"

Mercoledì 31 Marzo 2021 — 15:45

Mediagallery

“La pedonalizzazione del tratto finale di Borgo Cappuccini è una questione che va analizzata con razionalità e serenità” afferma il direttore provinciale Confcommercio Federico Pieragnoli dopo un incontro del suo staff con gli imprenditori di Borgo Cappuccini. “Ci spiace che nuovamente l’amministrazione non abbia avviato il confronto con la nostra associazione che, rappresentando gli interessi di commercio e servizi, avrebbe potuto illustrare in anticipo le criticità e offrire spunti forse risolutivi delle contrapposizioni tra commercio e pubblici esercizi. Stiamo attraversando un periodo di crisi profonda, che purtroppo non finirà a breve. Per uscire dalla pandemia e dal disastro economico che essa ha causato sarà necessario che le decisioni contemplino e equilibrino i diversi interessi”. La discussione con gli imprenditori dei diversi settori che insistono in Borgo è riuscita a chiarire alcuni punti. “Se l’intenzione del Comune è quella di riqualificare la zona con la pedonalizzazione, l’allargamento dei marciapiedi, il restringimento della carreggiata stradale, l’installazione di aiuole, panchine e “verde” sarà bene condividere quanto prima il progetto con le categorie economiche, eventualmente prevedendo incentivi a chi dovesse decidere di trasferire le loro attività in altre zone della città” continua Pieragnoli. “Nell’immediato occorre un attento bilanciamento dei diversi interessi delle varie attività commerciali di Borgo Cappuccini. La soluzione ideale potrebbe essere rappresentata da un periodo di sperimentazione che preveda la chiusura della strada in due fine settimana al mese per luglio, agosto e settembre. Dalle ore 19:30 sino alle 24:00 la chiusura della strada non inciderebbe troppo pesantemente sulle attività che beneficiano del traffico veicolare. In questo contesto durante l’incontro con gli imprenditori di Borgo Cappuccini è emersa la necessità di alcuni “posteggi a tempo” che permetterebbero agli avventori serali di sostare per gli ultimi acquisti nei negozi che chiudono alle 20:00″. “In ogni modo – conclude Pieragnoli – gli imprenditori sono disponibili al dialogo e perfettamente consapevoli delle esigenze dei colleghi”.

Riproduzione riservata ©