Cerca nel quotidiano:


C’era la gara e con il mio ragazzo disabile non siamo riusciti ad arrivare in auto a casa. La Municipale risponde

Venerdì 4 Agosto 2017 — 12:02

Mediagallery

Volevo segnalare che giovedì sera, 3 agosto, a causa di una corsa ciclistica in centro col mio ragazzo disabile non siamo riusciti a raggiungere casa mia è siamo stati obbligati a lasciare l’auto lontana dal nostro appartamento e farci una buona porzione di strada a piedi. Fortunatamente siamo riusciti a raggiungere una strada adiacente ma mi chiedo: se non riuscivano a parcheggiare in quella via scomoda oltretutto per il mio ragazzo, dovevamo dormire in macchina? E se non a un vigile urbano che non sapeva nemmeno dove fosse via Piave sostenendo che fosse la via che sullo stradario è nominata con via Fiume, a chi mi sarei dovuta rivolgere? Poi si vogliono abbattere le barriere. A parole certo…
Valentina Montibeni

La risposta della dottoressa Michela Pedini, responsabile  della Posizione Organizzativa, Sezioni Territoriali Sicurezza e Mobilità della Municipale  “Dispiace per quanto accaduto ma forse la signora deve aver capito male poiché non c’è un vigile a Livorno, stante l’anzianità anagrafica e di servizio, che non conosca dove si trovino via Fiume e via Piave.  Quanto all’ordinanza di interruzione del traffico non è disposta dalla Polizia municipale che deve solo eseguirla e lo ha fatto presidiando per quattro ore di seguito le chiusure previste.  Gli agenti su strada non hanno potere decisionale ed hanno il dovere di far rispettare l’ordinanza  ed il suo contenuto non deciso dalla polizia municipale”.  

Riproduzione riservata ©

9 commenti

 
  1. # nomulte

    Ora si aspetta una dovuta risposta dalla Comandante Pedini sul comportamento di questo suo agente!

  2. # Mattia

    Valentina credo tu abbia trovato l’unico vigile incompleto della serata, vado dalle 20:30 fino a mezzanotte al tavolo di partenza a fare il cronometrista, ogni 15 minuti “cioè ogni tre coppie partenti, erano 5 giri da 2km, con una media di 3 minuti a giro” , la municipale ha imposto 5 minuti di pausa per far circolare il traffico.. quindi 15 minuti di gara, 5 di scorrimento traffico è così via dalle 20:45 fino alla 23:55
    Hai trovato l’unico vigile che nella sua zona non avrà ogni volta riaperto il traffico per 5 minuti “a volte spostare una transenna ogni 15 minuti, con questo caldo, può essere molto faticoso”

  3. # LivorneseVero

    Mica si può fermare il mondo per i problemi di un singolo

    1. # Adriana

      Il mondo si deve fermare per ogni essere vivente. Ancora di più se è disabile. PS: Le gare andate a farle sulle piste ciclabili perché avete rotto le scatole

  4. # adriano

    agosto 2016 ingresso a auto disabile con posto auto riservato impedito via signorini per gara che non passava nemmeno di li questo da parte di un volontario

  5. # gianni

    Le gare le.dovete fa dove non date noia a nessuno.
    ..mancanza di buon senso o menefreghismo?

    1. # floyd

      Concordo.

  6. # Valentina Montibeni

    Se al posto del mio compagno ci fosse stato suo figlio come l’avrebbe pensata? In fin dei conti volevamo solo andare a casa nostra.
    Si chiama senso civico quello che noi chiediamo

    1. # Morchia

      Lascia perdere, come vedi, è tempo perso. Chiedere scusa a volte – come nel caso di specie – è anche semplice ed è segno di intelligenza e correttezza (cose che uno si aspetterebbe sia da chi amministra una città, sia da chi deve far rispettare le regole): come vedi non l’ha fatto nessuno. Evidentemente nessuno pensa di aver sbagliato, ergo la prossima volta sarà la stessa cosa.