Cerca nel quotidiano:


C’era una volta, la fiaba e il ponte che non c’è…

Giovedì 17 Novembre 2016 — 17:18

Come il più classico inizio di una qualsiasi favola iniziamo con…c’era una volta. Un quartiere, un rio, una strada, ma per fortuna questi tre elementi della storia ci sono sempre. Quello che non compare nella favola è un bel ponte, il ponte che non c’è. Il ponte è sempre quello promesso nell’ormai lontano 2010 da chi sedeva a palazzo, cosi recitava il comunicato…“stiamo lavorando per la sistemazione della rotonda entro i prossimi 30/40 giorni e per la bretella Impastato/pelaghi si dovrebbe attendere la fine dell’anno”. La strada è sempre lì, dalla rotatoria di via dei Pelaghi al rio Maggiore, (salto, manca il ponte stradale) e continuando, collegherebbe  la zona del distretto sanitario di Via Peppino Impastato. Sembra che quando si parla di ponti a Livorno esistono solo quelli delle feste. Qui quartiere Salviano il ponte che non c’è. Oggi, 2016, si sarebbe  potuto mandare in prima elementare, ma forse si vuol iscrivere direttamente alle Superiori ….se va bene. Comunque adesso, possiamo sperare che avanzi qualche spicciolo dai soldini (87 milioni di euro per opere pubbliche  2017/2019) per vedere se nasce qualcosa. Forse.
Distinti Saluti Paolo MURA

Riproduzione riservata ©

Cerchi visibilità? Contattaci: 1,1 milioni di pagine viste al mese e oltre 54.800 iscritti a Fb. Per preventivi https://www.quilivorno.it/richiesta-preventivo-banner/ oppure [email protected]

GRAZIE!


2 commenti

 
  1. # asciugati

    Quelli delle promesse non mantenute sono stati mandati giustamente a casa ! Potremo fare lo stesso servizio anche a quelli attuali ! E’ l’unica possibilità, se ce la lasciano, che è rimasta al cittadino elettore.

  2. # lev

    C’era una volta… la campagna ricca di orti e capi di grano….famiglie vivevano li’ dei sui frutti e il ciclo delle stagioni aveva un senso….Ora e’ tutto un ricordo… quello che ci rimane e’ il degrado…