Cerca nel quotidiano:


Confcommercio: quasi + 100% di richieste consulenza igiene e sicurezza

Pieragnoli: "Per noi, oltre che un orgoglio per la fiducia prestataci, è il segno che le imprese del territorio hanno preso enormemente sul serio la questione sanitaria"

Lunedì 31 Maggio 2021 — 16:36

Mediagallery

“Per noi, oltre che un orgoglio per la fiducia prestataci, è il segno che le imprese del territorio hanno preso enormemente sul serio la questione sanitaria”.
Alla Confcommercio di Livorno, conti alla mano, possono affermarlo con certezza: confrontando le richieste di consulenza arrivate nel 2020 e nei primi mesi del 2021 all’ufficio igiene e sicurezza di via Serristori 15 (che opera su tutto il territorio provinciale) con quelle del 2019 si ha la netta sensazione di un forte cambiamento di mentalità. “L’igiene e la sicurezza aziendale sottostanno a norme di legge e di solito siamo noi, dagli uffici tecnici dell’associazione di categoria, a ricordare obblighi e scadenze agli associati. La verifica dei requisiti igienico-strutturali dell’attività, i piani di autocontrollo, l’analisi di laboratorio su acque e alimenti: questi e altri sono adempimenti che rappresentano la quotidianità delle nostre imprese di commercio, turismo e servizi, in particolare per quelle della ricettività. Ma dall’inizio della pandemia si nota un aumento vertiginoso delle richieste spontanee di maggiori sopralluoghi e controlli rispetto alla salute e la sicurezza nei luoghi di lavoro. E questo nonostante la rabbia per l’impossibilità di lavorare e gli utili crollati”. Federico Pieragnoli, direttore della Confcommercio provinciale, è ammirato di fronte alla capacità di reazione delle aziende del terziario di mercato in questa crisi. “Gli imprenditori hanno fatto seri investimenti sull’igienizzazione e la sicurezza anti Covid e con l’occasione molti di loro hanno voluto verificare l’osservanza delle norme e implementare protocolli per la sicurezza di dipendenti e clienti. Un segno positivo per la fiducia nella propria professionalità e in un nuovo inizio”.

Riproduzione riservata ©