Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Confesercenti e Confcommercio: “Validità occupazione suoli pubblici, in attesa di chiarimento”

Venerdì 13 Gennaio 2023 — 14:48

E’ stata inviata mercoledì nel primo pomeriggio, all’attenzione di Salvetti, Ferroni e Garufo, ma, nonostante il tempo stringa e la questione in ballo sia centrale per decine di imprese...

“E’ stata inviata mercoledì nel primo pomeriggio, all’attenzione di Salvetti, Ferroni e Garufo, ma, nonostante il tempo stringa e la questione in ballo sia centrale per decine di imprese, ancora al quesito posto non abbiamo ricevuto risposta” dicono dalle due principali associazioni di categoria che rappresentano a Livorno gli operatori economici del settore della somministrazione. Oggetto della preoccupazione di cui si fanno portavoce Confesercenti e Confcommercio è la questione legata al rinnovo, inserito per fortuna nella Legge di Bilancio di dicembre 2022, per ulteriori sei mesi – e quindi fino al 30 giugno 2023 – delle procedure semplificate per il rilascio delle occupazioni di suolo pubblico. “Si sta verificando una sorta di corto circuito tra quanto correttamente dichiarato dall’amministrazione, sia sul proprio portale sia sulla stampa, relativamente alla possibilità di poter mantenere o chiedere per la prima volta il suolo pubblico secondo le modalità individuate dal precedente D.L. 137/2020 art. 9-ter comma 5, anche se non più in forma gratuita ma a pagamento, fino al 30 giugno corrente anno” dichiarano all’unisono le due Associazioni “e quanto viene comunicato agli operatori economici da parte degli uffici competenti. Questo crea confusione ed incertezza su un tema vitale per le aziende del comparto con l’aggravante che il tempo a disposizione degli interessati per mandare la PEC al comune sta per terminare (20 gennaio 2023)”. “Saremo di certo noi stessi i primi a chiedere, a livello nazionale, che il regime semplificato sia prolungato anche per il periodo estivo” concludono “ma stante la situazione attuale alle imprese deve essere data certezza che, terminato il periodo di proroga, potranno chiedere l’autorizzazione all’occupazione temporanea di suolo pubblico così come normata dal vigente Regolamento per l’occupazione di suolo pubblico”. “Nella piena consapevolezza che gli assessori competenti stiano facendo il massimo per risolvere l’impasse, auspichiamo che a strettissimo giro di posta sia fatta chiarezza sul punto ed anche che, considerando che allo scadere del 30.06.2023 non solo i titolati a poter chiedere l’occupazione temporanea ma anche ma anche quelli titolati a richiedere l’occupazione permanente si dovranno trovare nella condizione di essere già in possesso delle relative autorizzazioni (temporanee fino al 31.12.2023 o permanenti)” rilanciano da via Pieroni e da via Buontalenti “confidiamo che saranno anche indicati i tempi con i quali dovranno essere presentate la domande di occupazione”.

Confesercenti e Confcommercio

Condividi:

Riproduzione riservata ©