Cerca nel quotidiano:


Confsal Vvf: “Mai più vigili del fuoco precari, subito 3.500 in ruolo”

Martedì 8 Agosto 2017 — 17:46

“Mai più precari con l’immediata stabilizzazione del personale dei vigili del fuoco. Si eviterebbero così episodi, fortunatamente isolati, come quello di quei volontari che hanno innescato incendi per effettuare poi prestazioni antincendio a pagamento, come emerso da tutti i quotidiani nei giorni scorsi. Ciò anche in ragione delle carenze stimate pari a 3.500 unità e in linea con la risoluzione governativa presentata dell’onorevole Emanuele Fiano”. Lo dichiara a Labitalia Franco Giancarlo, segretario generale della Confsal Vigili del Fuoco.

“Va considerato inoltre – aggiunge – che il Corpo nazionale dei vigili del fuoco, con i suoi 26.000 operativi in servizio che assicurano le partenze, si trova al 50% della previsione europea di un vigile ogni mille cittadini. Se si considera poi che i 26.000 uomini operativi sono divisi per 4 turni di servizio, si evidenzia che la nostra Italia può contare giornalmente su 6.500 unità, divise su oltre 700 sedi di servizio”.

“Per questo, sarebbe fortemente auspicabile – avverte – potenziare il Corpo nazionale di almeno quelle 3.500 unità necessarie per poter contare su vigili del fuoco professionisti, così da evitare certi drammatici e nebbiosi fenomeni collegati con l”industria del fuoco’. Chiediamo quindi che, come avvenuto con i precari della scuola con l’assunzione di 53.000 docenti, l’assunzione anche di tutti i precari vigili del fuoco”.

Confsal Provinciale Livorno Vvf

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # Morchia

    In pratica, assumiamo i precari altrimenti appiccano il fuoco?
    Se siete sotto organico va bene che chiediate le assunzioni, ma utilizzare questa motivazione per giustificare le assunzioni mi sembra veramente fuori dal mondo

  2. # sognatore

    La previsione europea di un Vigile del Fuoco ogni 1000 abitanti è però basata sull’utilizzo di personale Volontario…Sarebbe forse meglio puntare alla realtà del trentino alto adige anche se li, oltre ad essere diversa l’organizzazione (un vf volontario ogni 40 abitanti..senza indennità…) è diverso pure l’aspetto culturale della comunità e del bene comune.