Cerca nel quotidiano:


Degrado, Sos dal Villano e dintorni

mercoledì 12 settembre 2018 11:52

Mediagallery

Consapevole che non si tratta di una priorità (visti i tempi) credo sia comunque necessario portare all’attenzione pubblica, la condizione di assoluto degrado del monumento al Villano e di tutta l’area verde di piazza Fratelli Rosselli che lo circonda. Come si può apprezzare dalle immagini, la statua è assalita dalle erbacce e da altre piante. Tutto il prato versa in condizioni a dir poco disastrose.
Le tamerici piantate svariati anni orsono sono ormai parte integrante del monumento ma non si capisce a cosa possono servire…

Visto e considerato che il Villano è stato oggetto di interesse e di numerosi progetti di spostamento in altre zone cittadine più degne e visibili avallate anche da sondaggi on line da parte dei cittadini , sbandierati da questa amministrazione comunale,attualmente tutto sembra caduto nel dimenticatoio più assoluto….

Inoltre nella zone limitrofe si notano altre problematiche di degrado quali ad esempio la cancellata delle scuole D’Azeglio. Uno dei due cancelli di accesso ha la chiusura difettosa e si apre semplicemente con un colpo di vento (!) da almeno 2 anni. Spesso siamo noi residenti a richiuderlo soprattutto di notte e nei festivi.

Che sia il caso di farci una camminata?

Giuliano Giusto

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # asciugati

    Per la precisione quelli sono oleandri e non tamerici ! Restano le condizioni indecenti del luogo !

    1. # lev

      Giusto! Giuliano…sono oleandri

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive