Cerca nel quotidiano:


Differenziata in centro, problemi per noi non vedenti

lunedì 24 Dicembre 2018 16:16

Mediagallery

La disperazione non ha limiti, solo immedesimandosi, forse si potrà comprendere, e neppure troppo, perchè bisognerebbe passare attraverso la stessa situazione, quindi la stessa disabilità.
Con una lettera inviata dall’Aamps, si comunicava che con decorrenza dall’11 dicembre ultimo scorso, avrebbe avuto inizio la raccolta diferenziata per il centro come già per tutta la città.
Contestualmente, i vecchi cassonetti, sarebbero rimasti a disposizione dei cittadini ancora per un mese, invece, come volevasi dimostrare, anche in questo, le istituzioni hanno voluto smentirsi.
Infatti, sabato 22 dicembre, erano ancora presenti due cassonetti del vecchio tipo e due dei nuovi.
Oggi 24 dicembre, puntualmente, quelli vecchi, non esistono più, sembra che in tutto il centro città, li abbiano già portati via.
Io non vedente, che vivo solo, come tanti altri con la mia disabilità o diversa e più grave, non so davvero come fare.
Stamane, ho telefonato all’Aamps e molto gentilmente la signora che mi ha risposto, nonostante abbia compreso la mia angoscia, disperazione, e problematica, mi ha consigliato di chiamare in Comune, perchè loro prendono ordini da quest’ultimo e per i casi particolari, sono gli amministratori comunali che dovrebbero prendersi carico di noi soggetti in difficoltà.
Inoltre, poichè sabato 22 dicembre, ho scritto sia all’Aamps e sia al Comune, una mail certificata pec, come se non bastasse, ho postato la stessa mail sulla pagina web di facebook del sindaco, via sms e via whatsapp, ma al momento non solo non mi hanno neppure notificato la ricezione, oltre che non rispondere, ma anche alla signora dell’Aamps non risultava ancora pervenuta al suo ufficio.
evidentemente, prima che questa possa percorrere tutto l’iter burocratico, ci vorrà del tempo.
Ho anche tempestivamente telefonato al Comune, ma come da molto tempo a questa parte, questi non hanno mai risposto, tantè che ho dovuto, incomodare l’ufficio dei vigili urbani, che molto gentilmente, hanno compreso e mi hanno indirizzato telefonicamente all’ufficio urp, con il quale non ho potuto comunque parlare, in quanto già occupati con altri utenti, quindi, il disco di cortesia, invitava a richiamare più tardi.
Ora lascio a voi, la debita conseguenza di questo risultato.
Morale, io mi trovo con l’imondizia da eliminare, naturalmente non diferenziata, perchè facevo conto ancora di avere qualche giorno a disposizione per organizzarmi e non so come fare e dove lasciarla.
L’amministrazione, invece di mettere i cittadini in condizione di essere  persone civili che collaborano, con questo comportamento, sembra proprio che preferisca farci diventare persone incivili anche se non lo si è, tanto poi, tutto si risolve multando i cittadini, come se già la relativa tassa non fosse già alta assuficenza per un singolo, senza nemmeno provare ad immedesimarsi nei problemi che chi più chi meno può avere, a maggior ragione se si tratta di disabili, che oltre a questo della spazzatura, devono affrontare quotidianamente altri mille problemi!
Non solo, io ora non avendo avuto tutto il tempo necessario per organizzarmi a dovre, dovrei lasciare il sacchetto fuori dal cassonetto, perchè non ho fatto la raccolta diferenziata, oppure sempre secondo la loro logica, qualora io dovessi alliinearmi come tutti gli altri cittadini, dovrei ripulire toccando tutti i cassonetti per individuare quello giusto, perchè non so come fare, quale è quello preposto, per trovare il punto esatto dove introdurre la tesserina e premere il relativo pulsante per aprire gli stessi, al fine di fare il mio dovere, ma vorrei davvero sfidare chiunque normodotato, se hanno davvero voglia di toccare i contenitori, come ci vogliono obbligare a noi, tanto è vero che molti di questi, da sempre li anno lasciati fuori dai cassonetti i sacchetti e continuano ancora a farlo ora, vedi in via di franco ieri mattina.
Chiedo ai preposti delle amministrazioni interessate, di provare, quanto meno, di individuare una soluzione pratica per chi come noi, ha davvero dei seri problemi, pur volendo collaborare e fare il proprio dovere, e non ultimo condividendo l’iniziativa per risolvere il grave problema dell’ambiente pubblico!
Grazie signor sindaco, del regalo natalizio che ci ha voluto fare a noi disabili in particolare a quelli visivi!

Buon natale a tutti!
Luigi Loglisci

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.