Cerca nel quotidiano:


Disabilandia, la risposta degli assessori

Lunedì 29 Giugno 2020 — 15:55

Mediagallery

Sono Elena Mataresi presidente di Disabilandia e vorrei esporre i miei dubbi o meglio la mia opinione sull’allestimento dell’area pedonale in Borgo. Dalla riapertura del 18/05 piazza Mazzini è diventata un locale a cielo aperto e se non hai problemi di deambulazione puoi (anche se non condivido) liberamente fare lo slalom ma se sei un disabile i problemi sono maggiori perché non puoi essere libero di scendere e montare lo scalino e tanto meno passare sulla strada! Il 28 giugno mentre passeggiavo con il mio cane ho voluto vedere con i miei occhi come era stata organizzata e sinceramente sono rimasta delusa e arrabbiata, lo dico sinceramente perché è già difficile posteggiare anche avendo la lettera (sono 39 anni che abito in questo quartiere) in più marciapiedi dove chi ha problemi di deambulazione non può passare. Ma la cosa che mi ha fatto rimanere stupita è che il posto disabili in Borgo Cappuccini è inaccessibile non perché ci siano tavoli ma perché la strada è chiusa ed essendo a senso unico la mia domanda è come si può parcheggiare l’auto per andare a prendere una boccata d’aria come tutti i livornesi? O forse si pensa che le persone con disabilità per uscire di casa hanno bisogno di orari diversi che non possono vivere la propria città come tutti? Sono molto amareggiata considerando che noi come associazione è da parecchi anni che ci siamo e facciamo progetti per dare ai nostri ragazzi una vita autonoma, i nostri progetti sono incentrati sul “dopo di noi”, sono da anni che chiediamo una sede dove i nostri ragazzi possano ritrovarsi anche con i coetanei e dove poter fare ancora di più ma sembra che per noi non esista spazio, siamo ripartiti ma con attività all’aperto perché non abbiamo un luogo. Veniamo rimandati ad un “certo, vedremo…”. Spero che tutti i livornesi possano essere parte integrante di questa città ma che soprattutto possano essere liberi di muoversi.

Elena Mataresi presidente di Disabilandia

L’assessore alla mobilità Giovanna Cepparello sul posto per disabili: “Il posto per disabili verrà rifatto nelle immediate vicinanze. Nel giro di giorni”.

L’assessore al sociale Andrea Raspanti sulla sede: “Stiamo lavorando ad una ricognizione complessiva del patrimonio comunale, compreso quello delle sedi associative. Disabilandia svolge un lavoro molto importante tra l’altro legato ad una fascia di età che in questa situazione ha visto venire meno una serie di attività ed è vero che Disabilandia non ha una sede, come del resto altre. Le richieste sono tante. Stiamo lavorando, come detto, ad una ricognizione delle strutture comunali dopodiché penseremo ai bandi per l’assegnazione dei locali, bandi che garantiranno parità ed equità di accesso a tutti con criteri premiali per chi svolgerà servizi e attività con una attenzione particolare al tessuto sociale. Questo sarà il nostro impegno”.

Riproduzione riservata ©