Cerca nel quotidiano:


Io, docente precaria, ancora in attesa della Naspi

Martedì 6 Settembre 2016 — 12:26

Mediagallery

Sono una docente precaria che come migliaia di colleghi ha terminato il contratto lavorativo al 30 giugno 2016. Come altrettanti migliaia di Colleghi, ho presentato entro i fatidici 8 giorni dal termine del contratto la richiesta di disoccupazione, ossia la NASPI, seguendo tutto l’iter necessario. Nella fattispecie io l’ho presentata il 5 luglio. Oggi, quando vi scrivo, è il 5 settembre. Sono trascorsi due mesi e della ‘prestazione a sostegno del reddito’, dell’assegno cioè di disoccupazione, detto NASPI non c’è traccia. Contatto gli uffici al numero verde, mi dicono che la mia pratica è ferma alla prima fase, cioè quella della semplice acquisizione: hanno ricevuto la richiesta e lì si è fermata. Mi dicono che inviano la segnalazione all’Inps di Livorno e mi inviano relativo protocollo. Da parte mia, ancora, contatto via mail gli uffici chiedendo almeno conferma di lettura e silenzio. Tutto tace. Sessanta giorni. Due mesi. E non sono la sola: i colleghi che conosco sono nella mia stessa situazione, cioè senza stipendio e senza assegno di disoccupazione. L’anno scorso veniva detto che i ritardi nell’erogazione erano dovuti alla sperimentazione della nuova procedura, al fatto che gli uffici non avevano ricevuto in tempo utile i programmi informatici per elaborare a dovere in tempo utile le richieste. Ok. Era il 2015. Adesso i programmi ci sono, da un anno. E la domanda sorge spontanea: dov’è finita la mia (e quella di tanti altri) NASPI?
Grazie per l’attenzione, che spero riceva più considerazione di tante cortesi mail e telefonate.

Docente precaria

 

Riproduzione riservata ©

2 commenti

 
  1. # anonymus

    di solito dopo la domanda che lei ha fatto il 5 luglio passano all’incirca due mesi che di solito paga all’incirca il giorno 8/9 del mese,quindi tutto in regola,comunque puo’ controllare direttamente il suo stato direttamente nel sito dell’inps iscrivendosi puo’evitare anche a noia di andare a farsi lunghe file o rivolgersi ad un patronato,buonaserata e speriamo di esserle stato utile

  2. # Chiara

    http://it.blastingnews.com/lavoro/2016/07/naspi-2016-quando-il-primo-accredito-001014255.html
    In particolare: “Assegno Naspi docenti, quando il primo accredito?
    È possibile presentare domanda di disoccupazione anche dopo gli 8 giorni indicati sopra – mettendo in conto la perdita dei giorni precedenti alla richiesta. Si ha comunque tempo 3 mesi dalla data di scadenza del contratto per inviare istanza. Con la presentazione al Centro dell’impiego si è ottenuta la scheda anagrafica, utile al fine anche dell’aggiornamento delle Graduatorie di Istituto 2017/2020 in quanto sono riportati nel dettaglio i contratti firmati e il servizio svolto in questi anni. Se si è presentata domanda Naspi dal 1 all’8 luglio sarà possibile attendere il primo accredito a partire dalla prima settimana di agosto – solitamente nella giornata del 10. Non si prende in considerazione l’anno scorso, che con la sperimentazione della nuova procedura ci sono stati numerosi ritardi che hanno visto la prima liquidazione del sussidio nel mese di settembre, quasi quando i docenti stavano per firmare un nuovo contratto #Scuola.”
    La NASPI avrebbe già dovuto essere erogata se domandata entro gli otto giorni dalla cessazione del servizio lavorativo…