Cerca nel quotidiano:

Condividi:

Documento del Circolo PD Salviano-La Leccia per una soluzione politica di pace della guerra in Ucraina

Martedì 31 Maggio 2022 — 16:30

A conclusione di una riunione del Comitato Direttivo del Circolo Salviano – La Leccia del PD

A conclusione di una riunione del Comitato Direttivo del Circolo Salviano – La Leccia del PD, convocata per discutere la situazione della guerra in Ucraina e i suoi riflessi sui rapporti internazionali è stato approvato il seguente documento. Il Circolo Salviano – La Leccia del Partito Democratico ribadisce, in primo luogo, la propria ferma condanna dell’aggressione della Federazione russa contro l’Ucraina iniziata il 24 Febbraio e sviluppatasi in questi tre mesi provocando orrori, distruzioni e migliaia di vittime non solo tra i militari di entrambi i fronti, ma anche e in larga misura tra la popolazione civile.
Il primo dovere, quindi, è stato ed è quello di esprimere solidarietà e sostegno concreto alla popolazione ucraina impegnata in una dura e difficile resistenza politica e militare. La risposta dei cittadini italiani e livornesi è stata immediata e forte. Il 24 Febbraio a Livorno c’è stata una manifestazione unitaria in Piazza del Municipio che ha rappresentato una prima iniziativa per la pace. Il 26 Marzo, promossa dal Circolo ARCI P. Carli, presso la Casa del Popolo di Salviano, è stata organizzata una Cena popolare attraverso la quale sono stati raccolti circa 2500 euro devoluti a favore dei rifugiati ucraini sul nostro territorio. Il nostro Paese, nell’ambito dell’Unione europea, si è mosso concretamente con la solidarietà umanitaria, con le sanzioni economiche contro la Russia di Putin, con il sostegno operativo alla resistenza ucraina. La guerra in corso rappresenta un pericolo per l’intera Europa e rischia di creare i presupposti per un incontrollabile conflitto generale o per una nuova guerra fredda a livello mondiale. Occorre pertanto porre fine a questa guerra, impedire ogni forma di escalation, arrivando il prima possibile a una tregua e al cessate il fuoco. In questi mesi oltre a posizioni ragionevoli le quali hanno sempre coniugato il pieno sostegno politico e pratico al popolo ucraino con il mantenimento di una prospettiva negoziale, sono emerse anche posizioni belliciste o, comunque, poco responsabili le quali si affidano per la conclusione del conflitto esclusivamente a una soluzione militare. Autorevole è stata la voce di Papa Francesco per la ripresa di un dialogo di pace. Circolo Enrico Berlinguer Salviano – La Leccia. La ricerca di una soluzione esclusivamente militare rappresenterebbe un’avventura dagli esiti assolutamente imprevedibili e un pericolo serio per la pace nel nostro continente. Per noi l’unica prospettiva accettabile risiede nella ripresa di un negoziato serio che produca un compromesso accettabile e solido. L’Unione europea ha già fatto, ma deve fare ancora di più per diventare attore fondamentale della costruzione di una soluzione negoziale. In questo contesto l’Italia può e deve giocare un ruolo protagonista. Il Circolo PD Salviano – La Leccia, inoltre, ritiene necessario che gli organismi dirigenti nazionali e regionali del nostro Partito favoriscano una discussione larga e diffusa sulla questione guerra/pace nelle strutture di base e tra i cittadini. Una discussione sulle questioni più urgenti afferenti la guerra e la sua conclusione e sulle questioni più generali di sicurezza in Europa e nel Mondo. In questa ottica il Circolo nei prossimi giorni e nelle prossime settimane si farà promotore di una nuova campagna comunicativa ( dopo quella di questi tre mesi ) organizzando anche momenti specifici di pubblico dibattito.

Il Comitato Direttivo del Circolo PD Salviano – La Leccia

Condividi:

Riproduzione riservata ©