Cerca nel quotidiano:


E’ giusto svuotare i rifiuti all’ora di pranzo davanti ai ristoranti?

Sabato 3 Settembre 2016 — 17:17

Mediagallery

di Roberto Olivato

Erano alcune settimane che non mi recavo al ristorante con la famiglia ma sabato 3 settembre, ho pensato di non far cucinare mia moglie e di portarla a pranzo fuori. Senza allontanarmi da Livorno, verso le 13 ci recammo a piedi presso un ristorante nei pressi del porto Mediceo, accomodandoci in un tavolo posto sotto alla  veranda del locale. Mentre stavamo per avvolgere alla forchetta una saporitissima porzione di spaghetti allo scoglio, venivamo avvolti da un’ acidula nuvola nauseante che in un sol colpo azzerò il profumo dell’appetitoso sughetto dei nostri spaghetti. Il mio sguardo si diresse verso il lato della strada da dove proveniva il nauseabondo odore e,con enorme stupore mi accorsi e con me tutti gli altri commensali presenti, che la causa era rappresentata da un mezzo dell’Aamps che, colmo di rifiuti si accingeva a svuotare i cassonetti antistanti il ristorante. Lo stupore e le lamentele dei commensali, fra i quali diversi stranieri, furono generali ed a nulla sono valse le parole assicurative del ristoratore, circa la casualità dell’evento, ad evitare che alcune persone si alzassero dai tavoli lasciando il locale. Effettivamente, il fatto che un mezzo dei rifiuti passi all’ora di pranzo nei pressi di un ristorante con tavoli all’aperto, non sembra essere un’idea geniale, sia da un punto di vista etico ma soprattutto igienico. Effettivamente anche la dislocazione dei cassonetti posizionati nei pressi di due ristoranti, non sembra essere una scelta intelligente specialmente nel periodo estivo, oltretutto quel tratto di strada che dal porto Mediceo accompagna in città migliaia di crocieristi accolti da cassonetti e da una rete posticcia, rappresentano il peggior biglietto da visita per quei turisti che giungono nella nostra città. Conosciamo i problemi che l’attuale amministrazione cittadina è costretta ad affrontare quotidianamente, anche per colpe pregresse, forse però una maggiore attenzione all’ingresso della città, dove il porto rappresenta la sua principale porta d’accesso, sarebbe necessario e non richiederebbe alcun tipo di spesa, ma solamente un po’ più di attenzione sugli orari di ritiro rifiuti che rappresenterebbe anche un segnale di rispetto verso gli operatori commerciali e specialmente verso tutti quei turisti che hanno scelto di visitare Livorno, la nostra città.

 

 

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # adriano

    ma quanto ci avrà messo a svuotare il cassone 30 sec nà tragedia sig roberto pensi a quei poveretti terremotati che son rimasti solo con gli indumenti addosso loro si hanno i problemi,
    che non sentire per qualche secondo un odoraccio, son felice di una cosa che lei nella vita abbia solo a pensare a questi problemi, veramente è una persona fortunata
    saluti vivissimi

  2. # mako

    perchè in una città normale lo svuotamento dei cassonetti si farebbe di notte. A Livorno no, Aamps ha fatto salire di livello tutti e figurati se crea il disagio ai lavoratori di farli lavorare di notte. I cassonetti si svutano in pieno giorno con tutti i disagi del caso tanto Aamps è partecipata non fallisce e non deve rendere conto a nessuno e noi si paga la spazzatura più cara d’italia e si fa venire i rifiuti da bruciare anche da fuori

  3. # Gregorio

    Livorno è avanti la raccolta dei rifiuti a chiamata o su appuntamento per non dire del servizio notturno dove tutti i livornesi parcheggiano correttamente agevolando il passaggio dei mezzi senza lamentarsi del rumore che inevitabilmente si genera nelle operazioni di svuotamento