Cerca nel quotidiano:


Eni, via alla raccolta firme per il ministro Costa

Martedì 7 Luglio 2020 — 10:52

Mediagallery

In occasione della manifestazione che si terrà sabato 11 luglio alle 17 davanti all’Eni di Stagno è stata avviata e promossa da associazioni e comitati locali, e sostenuta anche da Cittadini in Comune per Collesalvetti, una raccolta firme indirizzata al ministro dell’Ambiente Sergio Costa.
L’oggetto della raccolta è ovviamente il progetto di impianto waste to methanol da 200kton/anno promosso da Eni e Regione Toscana all’interno della raffineria, si chiede al Ministro di esprimersi e prendere posizione su questo e proporre “ad Eni un protocollo d’intesa con il suo Ministero per una vera riconversione ecologica della raffineria e per l’avvio delle bonifiche, come ha già fatto in altre regioni italiane con altre raffinerie e impianti Eni”.
Questo è un punto chiave incredibilmente assente dal dibattito pubblico. Quale futuro per la raffineria? Occorre pensare ad una riconversione verso nuove attività di vera economia circolare per dare un futuro sostenibile a quest’area.
Invitiamo chi crede nella priorità di una riconversione totale della raffineria e della salvaguardia dell’ambiente e della salute di firmare questa petizione. Come detto da Rossano Ercolini nell’incontro a Capannori di tutti gli attivisti che si stanno battendo in Toscana su questi temi a cui abbiamo partecipato, al di là dei modi e dei linguaggi diversi che ognuno usa nel proprio contesto siamo uniti in un’unica battaglia, quella per portare la questione ambientale, madre di tutte le questioni, al centro del dibattito sullo sviluppo.

Ecco il link per firmare la petizione: https://docs.google.com/forms/d/e/1FAIpQLSds22wkBNlMfKhJnHX5kNYuyiQblMVWBY2xXkdKjZ9GPt4fuQ/viewform?fbclid=IwAR0kuYgpqOswlRlYASFKRgxRSOsQzg0oSZM78fOXpU2pjfE4mCySG51Htrw

Cittadini in Comune per Collesalvetti

Riproduzione riservata ©