Cerca nel quotidiano:


Ex collega: il mio ricordo di Mario Simoni

Lunedì 9 Settembre 2019 — 12:17

Chi non ricorda l’educazione, la sensibilità e la pacatezza di Mario Simoni, un signore nei modi, nei dibattiti, nella risoluzione delle dinamiche interne alla scuola, alla Fondazione Livorno, alla Diocesi? Appena arrivati come vincitori di concorso al liceo F. Cecioni, allora in piazza Vigo, era il primo ad accoglierci, a donarci il suo ottimismo e il suo augurio di diventare bravi docenti, formatori di “onesti” ragazzi. Anche nei momenti difficili della mia vita, fermava la bicicletta e condivideva con me una parte di strada, facendomi intravedere un disegno più Alto di quelli della Costituzione, del Governo, del Parlamento, argomenti che con tanta passione insegnava nel nostro liceo. Intravedere, perché – è il caso di dirlo! – la vista non lo aveva privilegiato, ma piuttosto dannato, una damnatio terrena con ripercussioni sul suo animo attivo, non sul suo grande cuore! Se san Tommaso diceva che “le orme di Dio sono determinate impronte che si trovano nelle creature, e da esse si può in una certa misura risalire a conoscere Dio”. Mario per molti di noi ha lasciato una vasta orma, una di quelle che, cementificata, porteremo sempre… addosso!

Lucia Niccolini

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # GABRIELE DEL SETTE

    Sempre mite e pacato il mio professore di Diritto al Liceo Cecioni di Piazza Vigo

  2. # Delia

    Mi dispiace tantissimo!!!! A nome di tutta la Quinta Liceo Socio Pedagogico Cecioni abbraccio la famiglia e il nostro amato buon professore. Il suo ricordo rimarrà per sempre nei nostri cuori.

  3. # Veronica

    Che la terra le sia lieve carissimo prof….. Tanti ricordi nel cuore…