Cerca nel quotidiano:


Fiva: sui mercati serve piano coordinato. Garufo ci convochi

In questo momento così delicato di stagnazione economica e compressione dei consumi...

Venerdì 15 Novembre 2019 — 15:42

“In questo momento così delicato – dice Marco Mainardi, vice presidente provinciale Fiva Confcommercio – di stagnazione economica e compressione dei consumi il tessuto commerciale urbano di Livorno dovrebbe essere considerato un patrimonio da tutelare e sviluppare. Invece dobbiamo vedere che in un mese come quello di dicembre, così essenziale per i fatturati risicati di tante micro imprese familiari, fisse e su area pubblica, vengono organizzati mercati straordinari per animare le feste rionali. Senza entrare nel merito della scelta, ci aspettiamo che il Comune torni sui suoi passi rispetto a una decisione affrettata che non tiene conto delle priorità delle imprese locali. Sappiamo che il Comune ha facoltà di autorizzare un mercato straordinario ma questo dovrebbe essere programmato con un anno di anticipo, non certo deciso all’ultimo momento. Gli operatori di Fiva Confcommercio Livorno ritengono vi sia ancora spazio per un passo indietro rispetto al mercato alternativo di dicembre a Colline. L’amministrazione comunale è consapevole della necessità di un piano di intervento coordinato e condiviso con i rappresentanti degli ambulanti livornesi, che contemperi la legittima volontà di quartieri e Centri Commerciali Naturali di realizzare eventi, con la sopravvivenza (e possibilmente lo sviluppo) del regolare commercio ambulante e fisso. Ci attendiamo quindi che Garufo ci convochi al più presto per sanare una situazione che porterebbe ben più svantaggi che vantaggi all’economia di Livorno”.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.