Cerca nel quotidiano:


Garufo (Pd): “BL? Il loro no è frutto di un preconcetto”

Il segretario comunale: "C'è un Partito Democratico nuovo. Livorno? Deve rimanere antirazzista"

sabato 01 dicembre 2018 18:57

Mediagallery

A seguito della “chiusura” di Buongiorno Livorno nei confronti di una possibile alleanza con il Partito Democratico di Livorno in vista delle amministrative del 2019, il segretario comunale del Pd labronico replica politicamente a quanto annunciato da Marco Bruciati e da Silvia Giuntinelli di BL.
Ecco la nota di Rocco Garufo che pubblichiamo integralmente:
“Prendo atto della posizione di BL in merito ad una grande alleanza col Pd e altre  forze di centrosinistra, peraltro espressa in maniera molto franca in un confronto aperto e cordiale. Con altrettanta franchezza devo dire che la chiusura nei confronti del Pd sembra più il frutto di un preconcetto che non una questione di merito delle cose. Un preconcetto figlio di un passato che non c’è più. Prima prendiamo atto di questo dato e meglio sarà per tutti. Non c’è più il passato precedente al 2014, il corpo sociale,  la struttura economica, le fratture politiche dei quali il Pd era espressione.Non c’è più quel passato e soprattutto non c’è più nessuno che ha voglia di tornarci. C’è un Pd nuovo, non tanto nella composizione di una rinnovata classe dirigente, ma nelle politiche che intende perseguire e nella rappresentazione di una società livorneselacerata e impaurita, che aspetta risposte ai propri bisogni materiali, siano essi il lavoro, la sicurezza, un ambiente migliore e una maggiore qualità della vita. Allora il punto fondamentale è il seguente: siamo così sicuri di non trovare punti di accordo su questioni fondamentali del governo del territorio? E soprattutto, siamo così sicuri di non poter trovare punti di convergenza senza neanche iniziare un confronto? Personalmente parlo di temi come:un piano strutturale nel quale siano affrontate seriamente le questioni della sostenibilità ambientale e dello sviluppo; dove aggrediamo seriamente le tematiche della messa in sicurezza del territorio, dell’alleggerimento della pressione ambientale, della questione dei volumi zero o sottozero. Una gestione dei rifiuti tecnologicamente avanzata che senza percorrere scorciatoie ideologiche, non si preclude nessuna strada. Un modello di sanità che superi una volta per tutte le diatribe del passato e ci consenta di  incrementare i livelli qualitativo attuali. Un Welfare locale avanzato, nel quale la dimensione pubblica e collettiva ne esca rafforzata. Questi e altri ancora sono i temi sui quali dovremmo, prima confrontarci e poi, semmai ci fossero motivi reali,dividerci.
Per quanto ci riguarda il nostro impegno proseguirà nella promozione di un dialogo costruttivo con tutte le forze politiche di centrosinistra che vogliono realizzare un progetto per il futuro della città. Una città che per quanto ci riguarda deve rimanere profondamente antifascista, antirazzista, aperta e solidale e per la quale faremo di tutto perché non si risvegli leghista.
Posso solo aggiungere che il PD continuerà ad avere l’apertura, la determinazione e il coraggio per confrontarsi e contaminarsi con tutti i partiti e i movimenti di centrosinistra. Allo stesso tempo,invito tutti gli altri soggetti ad avere lo stesso coraggio e a non barricarsi dietro sterili preconcetti”.

Rocco Garufo, segretario comunale Pd

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.