Cerca nel quotidiano:


Grazie a tutti i dottori e agli “angeli di corsia” che ci hanno aiutato

sabato 01 dicembre 2018 11:22

Mediagallery

Quando è stata fatta la diagnosi di meningioma temporo parietale a mio padre, ormai un anno fa, la nostra famiglia ha cominciato ad attraversare un periodo molto difficile. Ci siamo chiesti a lungo se restare a Livorno, oppure trasferirsi su Pisa. Sempre per il solito pensiero che “Pisa è meglio sicuramente”.
Abbiamo voluto scommettere sul nostro ospedale. E con grande gioia abbiamo vinto.
Per un imprevisto poco felice, abbiamo passato tutta l’estate del 2017 nelle corsie di due reparti.
Malattie infettive e Neurochirurgia. Non riusciamo a ricordare nessun episodio di trascuratezza, superficialità, freddezza. Siamo stati accolti ogni santo giorno con estrema disponibilità, empatia, e calore da tutti i professionisti che incrociavamo. Nonostante le grandi difficoltà delle degenze, nonostante il nostro spavento e la nostra ansia quotidiana.
Per questo, sento il bisogno di ringraziare pubblicamente i reparti con tutti i loro angeli di corsia.
Malattie infettive, in particolar modo nelle persone del meraviglioso dottor Pardelli e il dottor Tonziello.
Grazie a tutte le infermiere che anche nel cuore della notte hanno prestato braccia cuore e professionalità a tutti noi.
Desidero ringraziare con profonda stima e affetto, tutto il reparto di Neurochirurgia dell’ospedale di Livorno, in primis il dottor Santonocito, al quale siamo estremamente grati e per sempre riconoscenti.
Grazie allo staff medico, dottor Pieri in primis, il suo staff infermieristico, il personale di corsia con i suoi oss, la caposala, tutti.
Per l’estrema umanità gentilezza e disponibilità mostrata nei confronti della mia famiglia durante la lunga degenza di mio padre per un importante intervento cerebrale. Grazie di cuore soprattutto all’infermiera Rita Ragoni, che sta ancora vicina a tutti noi. Non abbiamo parole.
Livorno ha un grande ospedale. Diamogli il giusto riconoscimento.

Delia Menicagli e famiglia

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.