Cerca nel quotidiano:


Grotta delle Fate: i commercianti soddisfatti

Senza entrare nel merito del progetto dei lavori di via Grotta delle Fate, e ben lontani dal voler prender parte alle polemiche politiche

venerdì 09 Agosto 2019 15:55

“Senza entrare nel merito del progetto dei lavori di via Grotta delle Fate, e ben lontani dal voler prender parte alle polemiche politiche, come commercianti di via Grotta delle Fate, apprezziamo l’impegno profuso dall’amministrazione, che in tempi brevi è riuscita a scongiurare la chiusura della strada e a permettere al traffico veicolare di accedere alla zona”. Daniele Bartolozzi e Nedo di Batte coordinatori degli imprenditori di Grotta delle Fate, sentono di dover ribadire la soddisfazione del gruppo di negozianti e artigiani che si erano opposti all’interruzione dell’accesso ai centri commerciali in occasione dei cantieri. “Sono stati 6 mesi di ansia per il pericolo della chiusura strada e delle nostre attività. All’incontro che abbiamo organizzato durante la campagna elettorale tutti e 9 gli aspiranti sindaci hanno firmato una dichiarazione in cui  si impegnavano, in caso di vittoria elettorale, alla costruzione della rampa in via Grotta delle Fate. Una promessa mantenuta dall’amministrazione che si è insediata. Per questo ringraziamo la Confcommercio e tutti coloro che sono stati al nostro fianco, nonché il Comune che ha capito il rischio e ha cercato una veloce soluzione” concludono Bartolozzi e Di Batte. Il direttore provinciale Confcommercio Federico Pieragnoli ricorda: “Il commercio a dettaglio è stato già duramente colpito in questi anni dalla crisi congiunturale e strutturale, per cui dobbiamo unirci per la tutela delle imprese sul territorio che ancora cercano di tenere aperte le saracinesche e mantenere gli occupati del settore. Nell’area di Grotta delle Fate insistono circa 50 operatori commerciali e artigianali che assicurano oltre 300 posti di lavoro. Buona parte di questi imprenditori si trovano ancora a far fronte agli impegni economici degli investimenti sostenuti. Non dimentichiamo inoltre che le attività economiche hanno reso Grotta delle Fate vivibile e decorosa”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # maxxx

    La “soluzione” tanto decantata da parte dei commercianti, ammesso che sia una soluzione che sarà efficace (tutto da dimostrare) mette invece a GRAVE RISCHIO PER LA SICUREZZA gli abitanti di via della Fontanella, che si troveranno un flusso di macchine spropositato su degli stradelli di campagna che in una giornata normale vedono poche decine di transiti, mentre ne saranno previsti CENTINAIA all’ora.
    Ai commercianti che sbandierano spettri di crisi e di chiusure a fronte soltanto di discorsi, (è stato FORSE fatto uno studio ed una rilevazione sui passaggi reali e di chi si ferma a fare spesa nel centro? E’ stato valutato che gli acquirenti dovranno poi tornare indietro? E da dove passeranno?) il regalo da 200.000 euro di soldi PUBBLICI forse era meglio se veniva fatto cash, senza mettere a repentaglio l’incolumità degli abitanti della zona.
    Ai commercianti non importa se c’è chi rischierà ogni giorno ed ogni ora di venire investito su strade prive di marciapiede, con una soluzione di viabilità COMPLETAMENTE ASSURDA E CAOTICA.
    Prima di inventarsi una soluzione uscita dal cilindro ELETTORALE, il Comune poteva aspettare tre mesi di chiusura della strada e poi vedere se EFFETTIVAMENTE i commercianti avessero avuto un effettivo calo del fatturato e trovare una soluzione compatibile. Ma il desiderio di farsi BELLI è più forte…..che ci frega di mettere a repentaglio la sicurezza delle persone? CHE CI FREGA DI POSIZIONARE UN GUADO SUL RIO ARDENZA che in caso di piena allagherà di nuovo e subito le zone CHE HANNO GIA’ DATO anche in termini di vite umane? Perchè ai “signori” commercianti interessa QUALCOSA? Si sono posti il problema Di Batte e Bartolozzi?
    IL PROFITTO DEVE VENIRE DOPO LA SICUREZZA DELLE PERSONE E NON VICEVERSA- LIMONCINO INSEGNA.
    Sappiano i commercianti e chi li ha accontentati che, se LA SICUREZZA NON SARA’ GARANTITA PER I RESIDENTI , dovranno arrangiarsi a farsi trovare altre soluzioni, perchè, se non fosse ABBASTANZA chiaro, LA SICUREZZA VIENE PRIMA DEL PROFITTO ed le persone sanno bene come agire per farsi rispettare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.