Cerca nel quotidiano:


I Cinque Stelle lanciano un grido di allarme per il turismo cittadino

Domenica 5 Aprile 2020 — 13:12

Mediagallery

Tra i settori più colpiti dalla crisi legata al Coronavirus c’è sicuramente quello del turismo: se nell’immediato mancano le relazioni, nel futuro mancheranno anche i beni ed i servizi. Secondo uno studio dell’Istituto Demoskopika, che ha tracciato una mappa dei possibili effetti sul turismo italiano a seguito dell’allerta Coronavirus, si potrebbe generare un notevole segno negativo nel turismo, con una contrazione della spesa nel 2020 di ben 4,5 miliardi di euro: una cifra pari a circa il 5% per cento del prodotto interno lordo del settore. Inoltre, secondo lo stesso studio, circa il 70 per cento della contrazione riguarderebbe quattro regioni tra cui la Toscana. Nel settore turistico, a differenza di altri settori “congelati”, non si potrà recuperare successivamente ed il tutto si tradurrà in una perdita di fatturato che si protrarrà ben oltre la fine dell’emergenza. Occorre sottolineare inoltre gli effetti del DPCM del 22 marzo che, relativamente alle attività ricettive, ha decretato la chiusura, al momento fino al 13 aprile, dell’intero settore extralberghiero lasciando aperti solo gli hotel.
Per questo, come Gruppo Consiliare M5S riteniamo che il Comune debba fare la sua parte nel sostenere le attività turistiche attraverso una serie di misure da mettere in campo sia nella forma di contributi straordinari concretamente con gli strumenti che il Governo ha messo a disposizione, che come sospensione/riduzione di tributi, sia infine in termini di promozione della città nella sua tipicità e vivibilità degli spazi aperti. Questo è uno dei punti importanti che chiediamo nella nostra mozione. Invitiamo inoltre il Comune e la Giunta ad attivare tavoli di confronto costruttivi tra l’assessore al turismo ed i rappresentanti locali, sia delle attività alberghiere che extra alberghiere, nonchè ad elaborare, in accordo con le direttive OMS ed in collaborazione con l’Azienda Usl Toscana nord ovest, delle linee guida stilate in una sorta di “protocollo di sicurezza per l’ospitalità” da divulgare ed applicare al fine di rendere il soggiorno nella nostra città più attuabile in termini di sicurezza alla persona.

Gruppo Consiliare Movimento Cinque Stelle 

Riproduzione riservata ©