Cerca nel quotidiano:


Il cordoglio dei colleghi della Dogana per la perdita di Miele

venerdì 29 Marzo 2019 15:54

I colleghi della Dogana di Livorno e dell’Associazione A.D.I., con profondo dolore hanno appreso la scomparsa di Michelangelo Miele, funzionario che per anni ha ricoperto la carica di responsabile dell’ufficio Antifrode. Tanti sono stati i risultati di servizio conseguiti in tutta Italia ed anche all’estero. Persona mite, colta, generosa, ma soprattutto competente. Ha sempre mantenuto rapporti di grande collaborazione con gli organi investigativi, e con umiltà ha contribuito a raggiungere risultati, sia nella prevenzione che nella repressione.

I colleghi e gli amici che lo hanno conosciuto vogliono ricordarlo così com’era, anche di fronte al male che lo ha tradito: sempre sereno, fiducioso e rassicurante. Nato nella provincia di Avellino, dopo un periodo di servizio presso la Dogana di Alessandria,  fu trasferito a Livorno dove aveva trovato l’ambiente desiderato. Una grossa perdita che sarà difficile cancellare.

Antonio Dioguardi
Presidente Sez. ADI Livorno     

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Silvana Olga DEL SORBO

    Caro Michele anche se ci siamo persi nei contatti dopo Alessandria, sei rimasto per me un grande collega e una persona che stimavo molto. Sempre allegro ti ho conosciuto quando muovevo i miei primi passi alla Dogana di Al tu eri già un ” grande Funzionario”.
    Sarai sempre nel mio cuore con stima e affetto.
    Silvana Olga Del Sorbo
    Funzionario in pensione
    c/o sezione di Viareggio (LU)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.