Cerca nel quotidiano:


Il Pd: sì ad un confronto paritario nella vita sociale e politica

martedì 04 dicembre 2018 16:50

Mediagallery

Nella bella cornice del locale “Da Qualche Parte” (ex Aquarius) in viale Italia 28 si è tenuta la tavola rotonda organizzata dalla Segreteria Comunale del Partito Democratico di Livorno dal titolo “Parità di genere e contrasto alla violenza“. L’iniziativa ha visto la folta partecipazione di importanti realtà cittadine: Ippogrifo-Centro Antiviolenza Giovanna Papucci; Agedo Presidente Carminiani; Greta Franchini; Ass.ne RANDI -Vitali Maria Teresa; Livorno Donna Salute e Cultura Presidente  Maria Rosaria Sponzilli; Comitato 2 ottobre- Patrizia Centi; SNOQ Livorno Se non ora quando – Silvia e Susanna Motroni; CGIL FP e Coordinamento Donne CGIL Letizia Carminiani e numerose esponenti del PD Locale. La tavola rotonda ha visto la partecipazione dell’Avvocata Cristina Cerrai consigliera provinciale di Parità che ha introdotto il dibattito delineando il profilo della situazione cittadina. Un quadro purtroppo in linea con il resto del Paese. Una realtà che ha pagato un pesante tributo di vittime di femminicidio e vive una situazione di disagio dovuto alla violenza perpetrata nei confronti delle fasce deboli, con episodi di razzismo e bullismo frutto di stereotipi e luoghi comuni. Dall’incontro si é palesata forte e chiara la volontà  di “disinquinare” l’aria intossicata da rabbia, cinismo ed egoismo. Non è con la paura, la stigmatizzazione delle differenze e l’appiattimento delle storie che si progredisce, ma con la valorizzazione delle unicità, senza stereotipi e pregiudizi. Dalle testimonianze dei partecipanti alla tavola rotonda è emersa la tangibile voglia di condividere una unitaria forma di contrasto a ogni tipo di violenza attraverso la cultura dell’inclusione e la lotta alle discriminazioni. La segreteria PD Unione Comunale Livorno continuerà, anche dopo questa iniziativa, a mantenere alta l’attenzione verso l’oscurantismo politico del governo giallo verde. Il disegno di Legge Pillon, le mozioni contro la L. 194 nonchè i tagli “lineari” a iniziative e tutele per le vittime messe in campo dai governi Letta, Renzi e Gentiloni negli ultimi anni per contrastare la violenza sulle donne, sono chiari segnali di una deriva reazionaria e conservatrice. Nessun passo indietro sui diritti conquistati! Parte dalle donne livornesi (ma anche dagli uomini) l’azione che vuole contrastare Salvini. Il Pd cittadino ha organizzato l’iniziativa lanciando un appello per un confronto paritario a coloro che hanno scelto e scelgono di impegnarsi nella vita sociale, politica e amministrativa, attraverso realtà associative, esperienze civiche, sindacati, associazioni di categoria e partiti per preparare un progetto di governo della città, il più ampio e condiviso, in vista delle elezioni amministrative.

La segreteria PD Unione Comunale Livorno

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # elit

    Candidato sindaco una donna prego! Nel PD ci sono tante donne che potrebbero ricoprire la carica pensateci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.