Cerca nel quotidiano:

Condividi:

In viale della Libertà servono dissuasori e il limite di 30 km/h

Martedì 16 Agosto 2022 — 10:36

Gentilissima testata giornalistica scrivo direttamente e solamente a voi ho già scritto all'amministratore comunale ma inerme e senza risposte è rimasta la mia richiesta d'aiuto. Viale della Libertà a Livorno...

Gentilissima testata giornalistica scrivo direttamente e solamente a voi ho già scritto all’amministratore comunale ma inerme e senza risposte è rimasta la mia richiesta d’aiuto. Viale della Libertà a Livorno. Teatro dell’ennesimo investimento il giorno 13 agosto 2022. Ero all’interno della mia abitazione quando sono stato attirato dalle grida. Mi sono affacciato sulla strada ed ho visto lo scenario: la macchina con l’anteriore danneggiato e il vetro parabrezza in frantumi. Un uomo a terra palesemente ferito e la conducente che addirittura gli inveiva contro sostenendo che doveva rialzarsi, che non si era fatto nulla. Non potevo credere alle mie orecchie. Nel frattempo erano giunte macchina della Polizia e successivamente 6, sei, uomini della polizia municipale per i rilievi. Nel frattempo il ferito era stato trasportato via in barella con l’ambulanza del 118.
Purtroppo questo è l’ennesimo incidente su di una strada il viale della Libertà che è un lungo rettilineo, che dopo i viali e il lungomare credo sia la più frequentata di Livorno. La strada è percorsa dagli automobilisti a velocità folli di sicuro non congrue alle “situazioni ambientali ” come le definisce il cds. Sono infatti presenti esercizi commerciali, attraversamenti pedonali e soprattutto la Villa Fabbricotti, polmone di giochi, passatempo, relax per molti livornesi. Cosa aspetta l’amministratore comunale a porre rimedio a questa pericolosissima situazione? Ripeto macchine e soprattutto le due ruote percorrono il viale della Libertà a velocità chiaramente non consentite, i corrieri nelle ore delle consegne passano a pieno gas e tutti sappiamo quanto raggiunge di velocità un motoveicolo 125/150 e anche più, se si necessità usufruire degli attraversamenti pedonali occorre farsi il segno della croce. Cosa aspettano il morto? Dissuasori di velocità, limite a 30 km/h e soprattutto controlli da parte della polizia municipale.

Lettera firmata

Condividi:

Riproduzione riservata ©