Cerca nel quotidiano:


Lettera di un babbo per la prima festa della mamma

sabato 18 Maggio 2019 16:09

Quel giorno eravamo a casa e io stavo mangiando delle olive. Era arrivato al nocciolo quando sei arrivata tu esclamando sono incinta. No, il nocciolo non mi è andato di traverso… Semmai è andata di traverso a te, domenica 5 maggio, la colazione quando hai scoperto che non ti avevo regalato un bel niente. Già, perché da quel nocciolo di oliva di agosto 2018 a quel 5 maggio 2019 da donna sei diventata mamma. Mamma di Tommi. E’ vero, le ricorrenze sono importanti e nostro figlio dovrà imparare anche questo. Una donna, una mamma, o chiunque altro, ma soprattutto una donna, Tommi, ama ricevere dei pensieri quando la data conta. E la festa della mamma, specie la prima festa della mamma, è una di quelle date che contano. Ma, come ho detto, io a mamma non ho fatto un bel niente, pensando che un “auguri” potesse bastare. Forse a qualcuno sì, a mamma no. Babbo, lo devo ammettere, su questo aspetto non può insegnarti molto. E’ più brava, ma molto più brava, mamma. Me lo ha dimostrato negli anni. Detto ciò, se il regalo è valido anche a festa ormai trascorsa allora ne è in arrivo uno… Mamma non sa che ho inviato questa lettera a Quilivorno.it. Chissà se la leggera.

Riproduzione riservata ©

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.