Cerca nel quotidiano:


Livorno-Carrarese, i club Magnozzi e Campanile chiamano a raccolta la tifoseria

Enrico Fernandez (Magnozzi) e Nedo Di Batte (Campanile) uniscono le forze per la partita più importante in chiave promozione serie B. "Lo stadio dovrà essere una bolgia"

Martedì 24 Aprile 2018 — 14:05

Mediagallery

Tre club si mobilitano, chiamano a raccolta la tifoseria e al contempo elogiano il carattere della squadra spronandola a fare ancora di più nei restanti 180 minuti. Magnozzi, Campanile e Porto uniscono le forze perché sabato il Livorno gioca la carta più importante in chiave promozione serie B.

Enrico Fernandez (Magnozzi) – tra l’altro ex presidente amaranto nonché dirigente per lunghi anni – ha ritrovato entusiasmo. “A Olbia contro l’Arzachena è stato fatto un capolavoro e adesso non resta che completare l’opera. E i prossimi 90’ saranno decisivi perché conosciamo bene il valore degli apuani, dunque mi aspetto uno stadio uguale a quello col derby contro il Pisa…”. Gli fa eco Nedo Di Batte (Campanile, nella foto) presente al Nespoli: “Sugli spalti e in campo dovrà essere, sportivamente parlando, una bolgia. Noi ci giochiamo tutto, la Carrarese di Baldini ormai è certa dei playoff ampiamente assicurati. Tuttavia ricordo ancora la sensibilità che ebbe la società apuana con quelle bandierine di solidarietà con i nostri morti per l’alluvione che tengo ancora in mostra sull’ingresso del supermercato Sigma, un grande gesto che non dovrà mai essere dimenticato”.

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # giova67

    E BOLGIA SARA’ !!!!+++