Cerca nel quotidiano:


Maltinti, scontro sindacati-Nogarin

Le affermazioni rilasciate mercoledì 29 giugno, in Prima Commissione Consiliare, da parte del Direttore Generale del Comune di Livorno Sandra Maltinti (continua)

Mercoledì 6 Luglio 2016 — 07:32

Mediagallery

Le affermazioni rilasciate mercoledì 29 giugno, in Prima Commissione Consiliare, da parte del Direttore Generale del Comune di Livorno Sandra Maltinti (clicca qui) trovano una pesante conferma nella dichiarazione rilasciata dal Sindaco che afferma: è arrivato il momento che la Politica e l’Amministrazione prevalga sulla dirigenza.
In questo atteggiamento si rileva lo stato di malessere che nel Comune di Livorno colpisce gran parte del personale: dagli operatori di nidi e materne alla Polizia Municipale, agli amministrativi e alla dirigenza.
Un malessere che tutte le organizzazioni sindacali e la Rsu hanno cercato di rappresentare anche ai Consiglieri della Prima Commissione e che da tempo si manifesta con vari stati di agitazione e si esplicita con le oggettive difficoltà nella definizione dell’accordo integrativo aziendale, nei ritardi della firma per l’erogazione della produttività 2015 e nel dare seguito alle PEO che dovevano essere assegnate giuridicamente già dal mese di Dicembre etc.
Anche sulle politiche del personale, pur disponendo di disponibilità, si sono avute risposte non adeguate, tempi lunghi e poca progettualità , considerato che:
Il Sindaco e la Giunta, pur avendo 500mila euro a disposizione per assumere, sostituendo una parte dei 57 dipendenti andati in pensione nel 2015, azzerano il capitolo di bilancio;
il Sindaco e la Giunta pur avendo a disposizione 1,4 milioni di euro si rifiutano di assumere a ruolo 17 insegnanti di nido e materne;
Il Sindaco e la Giunta, però, ritengono utile procedere all’assunzione di 2 dirigenti, senza prima aver compiuto una verifica dell’organizzazione del lavoro e della concreta possibilità di attribuire altre competenze a chi già oggi ricopre incarichi dirigenziali.

A noi il quadro appare chiaro e preoccupante: questa Amministrazione non sopporta una dirigenza che la legge italiana ed il contratto nazionale di lavoro vuole autonoma e responsabile. La necessità di fare a meno del Direttore Generale è racchiusa all’interno di questo concetto, così come l’idea che il rapporto con le Organizzazioni Sindacali e il contributo che queste possono dare in ordine alla soluzione dei problemi fosse del tutto inutile, è stato spesso il mantra dell’azione Amministrativa. Un ulteriore incentivo al diritto alla partecipazione, trasparenza e fruibilità della “Casa Comunale”,è dato dalle ultime limitazioni imposte per la fruizione della sala del Consiglio Comunale, legata ai pass d’ingresso contingentati alla faccia del diritto all’informazione.
Serve ricordare, che lo stesso Sindaco Nogarin, ha ritenuto valido ed utile l’apporto professionale della Dirigente Maltinti dato che il Contratto di lavoro lo ha promosso e firmato proprio lui.
Chiediamo che, rispetto a quanto dichiarato dal Direttore Generale in Prima Commissione, che ha alluso a pressioni, a stanze politiche e non Amministrative dove si sta componendo la Macrostruttura, a gare in corso di pubblicazione bloccate per ingerenza politica, ad Assessori e Consiglieri Comunali che per realizzare le loro personali iniziative, pongono in essere indebite ingerenze grazie ad impiegati accondiscendenti, sia fatta la massima chiarezza nei tempi più rapidi possibili, nell’interesse dei lavoratori e dell’amministrazione stessa. Si apre, così, a Livorno un altro caso eclatante che le organizzazioni sindacali seguiranno con attenzione perché non c’è in gioco solo la dignità di un dirigente, che sembrerebbe vittima di un cambiamento di umori del Sindaco, della Giunta e della sua maggioranza. In gioco c’è una questione più generale e importante: ovvero il rapporto tra Politica e Dirigenza. Un rapporto che deve essere contrassegnato da una reciproca collaborazione, che può non essere immune anche da una dialettica vivace, ma che deve essere svolto sempre nel rispetto dei ruoli e della reciproca autonomia. In gioco c’è anche un lavoro immane da fare all’interno delle stanze del Comune perchè sia restituita alla città la sua dignità , attraverso la ripresa economica e la nascita di nuove prospettive di lavoro con nuovi finanziamenti indispensabili perchè avvenga al più presto il superamento della dichiarata area di crisi.

Le segreteria provinciali e aziendali Cgil, Cisl e Uil

Riproduzione riservata ©

56 commenti

 
  1. # DINO

    Perdere i privilegi è dura eeeeehhh!!!

    1. # Elena

      Probabilmente questa giunta non brilla per competenza, ma molti dirigenti (nominati nei decenni passati) stanno mettendo in tutti i modi i bastoni fra le ruote. Il rapporto di lavoro dei dirigenti è autonomo e ben distinto da quello degli altri dipendenti comunali. Hanno una retribuzione sensibilmente più alta, a fronte dell’ipotetico rischio licenziamento in caso di mancato raggiungimento degli obiettivi. In pratica il sindacato dei dirigenti fa barricate per cui diventano inamovibili e ben più potenti degli assessori, che ci mettono la faccia e spesso falliscono a causa delle azioni di ritardamento, se non autentico boicottaggio, messe sistematicamente in atto dai vecchi dirigenti, veri centri di potere.

      1. # ale66

        Analisi ineccepibile ! Brava ! Concordo pienamente….

        1. # Mauro

          Con l’unica piccolissima eccezione, la signora Maltinti c’è stata messa da Nogarinne

      2. # Marione

        In linea generale concordo, maprobabilmente i dirigenti e funzionari pubblici hanno ragione. I politici eletti, per allontanarsi dalle responsabilità amministrative, con la Legge 241/90 hanno scaricata la responsabilità sui dirigenti e funzionari. Per farlo hanno dovuto, giocoforza, anche demandare il potere approvativo e decisionale. DEL resto non potevano potevano godere con il corpo degli altri!

      3. # COERENTE

        C’è un particolare però, la Maltinti non c’è l’aveva messa Nogarin???

      4. # Citta Dino

        Brava. Sono perfettamente d’accordo.

  2. # AnToNIO

    Strano la veemenza con cui i sindacati si scagliano contro il m5s (fecero la stessa cosa quando a livello nazionale c’era il pdl)

  3. # Franco

    Questi pentastelloni e bene che si levino alla svelta dai… l’unica cosa che sanno dire è ONESTA’

    1. # Benny

      Mentre i vostri cari compagni stavano zitti,ma l’onestà non sapevano neanche dove stava di casa.

      1. # Iribar

        Infatti……….i dirigenti del Comune vogliono fare atti nel rispetto della legge…e la scelta politica non c’entra……ma alla parte politica questo non va bene…….non per disonesta’ ma perche’ non sanno dove si trovano e non hanno capito che le leggi il comune kle deve rispettare e far rispettare…tutto il resto sono chiacchere a giustificazione dell’incopetenza.

        1. # hands

          ora che i dirigenti del comune vogliono “fare” mi sembra un’espressione piuttosto forte. Ma a lei chi glielo ha detto

      2. # Franco

        Guarda caro Benny che io al ballottaggio li ho anche votati!!! A casa

  4. # EravateRossiOraSieteRedioli

    i sindacati ora prendono le difese di un Dirigente. Non ne voglio vedere altre.

    1. # diego

      hai perfettamente ragione, siccome i sindacati sapevano benissimo del clima di terrore in comune (per molti ma non per tutti), com’è che non hanno difeso i semplici dipendenti presi di mira ? solo i superdirigenti,difendono?e sì che i dirigenti hanno già il loro sindacato

  5. # franco

    SPERIAMO CHE QUESTA AMMINISTRAZIONE FINISCA PRESTO.VE NE ACCORGERETE COSA LASCERA’ QUANDO SE NE ANDRANNO

    1. # Fulmine

      Sicuramente non peggio di quello che hanno lasciato i tuoi amici comunisti….. E poi dove erano i sindacati con le giunte rosse ?????? Siete veramente ridicoli

      1. # UCCIO

        Ma di quali comunisti stai parlando?L’ultimo comunista vero che ricordo era Barontini..

      2. # Mauro

        I COMUNISTI, dal 1946 al 1990 hanno ricostruito Livorno devastata dalla guerra e da vent’anni di regime fascista, dal 1990 in poi hanno governato altri.

    2. # francesco

      intanto abbiamo visto cosa hanno lasciato i companeros

  6. # Mario

    Voi del sindacato dovreste essere gli ultimi a parlare, remate, remate, ma non vi siete accorti che la nave sta affondando!!?? adesso fate i bilanci, ma la Vs. produttività in cosa consiste?

    1. # Karl

      Uguale a quelle persone che percepirebbero i 1000 euro di reddito di nulla facenza.

      1. # Ruota

        La nulla facenza come la chiama Lei, la vada a dire a quelle persone che disgraziatamente hanno perso tutto, commentare a vanvera è troppo facile, si metta nei panni di chi vive questa realtà……. non solo di chi vive di assistenzialismo e generalizzando.

        1. # Karl

          Il reddito di cittadinanza è una grande trovata populista per raccattare voti. Proposta irrealizzabile dai costi stratosferici che costerebbe decine di punti del PIL. Anche la Svizzera ha bocciato questo provvedimento , e loro di denaro se ne intendono. Le consiglio di analizzare bene la proposta ed i suoi effetti prima di fare commenti propagandistici. Un consiglio : ritorni sulla terra.

        2. # Anonimus

          Questo sarebbe un vero assistenzialismo mascherato. Dare 1000 euro quando un operaio metalmeccanico ne guadagna 1100 lavorando tutto il mese. È questa la grande equità sociale sua e del M5S?.

        3. # Karl

          Io mi metto nei panni di quelli che come me hanno fatto e continuano a farlo 200 km al giorno per andare a lavorare come pendolare. Il suo moralismo lo tenga per sè e per i suoi amici .

  7. # Marco

    Tutto quello che va contro i sindacati è ben accetto. Se dio vole sembra finita anche per voi.

  8. # vedolontano

    Non conosco i retroscena, ma perdere un posto da dirigente vuol dire rinunciare a circa diecimila euro al mese… certo che la ferita brucia. Vorrei sapere, e parlo in generale, se questi soldi sono bene spesi visto le condizioni della città. Spesso queste cariche contano molto di più degli assessori.

  9. # Morchia

    Tutti a parlar male dei sindacati e lo capisco. Ma possibile che vi sfugga il problema vero?
    Qui stiamo parlando di una DG incaricata dal Sindaco che dice – a chi ce l’ha messa e quindi a chi la può mandare a casa – che la Giunta la deve smettere di chiedere ai Dirigenti di adottare provvedimenti illegittimi !!! C’ha girato intorno, ma questo voleva dire. Tant’è che la Commissione ha portato le carte in Procura.
    Ora, si può anche sostenere che questa si sia bevuta il cervello e dica cose non vere; ma se quel che dice non fosse vero, trovatemi un motivo valido perché un DG vada a parlar male del Sindaco che ce l’ha messa, ovvero di colui che la può rapidamente mandare a casa, come effettivamente accaduto. Ci può solo rimettere. Vedrete che ora diranno che la Maltinti è del PD…

  10. # I politici lucrano sui clandestini.

    cascano sempre dal pero….ci prendono per scemi….con una faccia tosta che ha dell’incredibile. Ma come si fa? Se penso che c’è ancora in giro gente che vaga dagli anni settanta in un deserto, da loro creato, con le bandiere, sempre a recriminare su banalità, urlando….e scioperando il venerdì……mi piglia lo sconforto. Se questa città è deindustrializzata è colpa solo loro e l’eccessiva sindacalizzazione, che scoraggiava i grossi gruppi ad investire qui. O no !

  11. # VperVendetta

    Breve storia triste. Azienda vuole promuovere una persona in un ruolo. Sindacato si mette di traverso perché vuole vi venga messo uno desi suoi. Azienda cede. Persona scelta inizialmente rimane al palo. Mi ricorda vagamente la mafia.

  12. # Citta Dino

    I sindacati non sono più credibili, per me; sempre sdraiati su posizioni filogovernative. Parlate di maestre ma ricordo bene il pasticcio sulle somministrate di qualche anno fa, portato in consiglio comunale con tanto di richiesta di dimissioni della Roncaglia da parte dei genitori quando fu avviata la statalizzazione forzata di varie scuole materne comunali.
    Non fate finta che fosse il Bengodi solo perché prima c’era il PD, su.

  13. # Fabio

    Ma questa dirigenza che parte politica l’ha nominata?? Sarà meglio rinnovare un po’ l’ambiente stantio? Inutile avere cambiato governo alla città se c’è un apparato ostruzionista che non permette i cambiamenti!! Ora voglio vedere se pubblicate questo commento!

    1. # al dolce

      Mi scusi , ma la Maltinti è stata nominata da Nogarin. Quindi sapeva benissimo con chi aveva a che fare.

  14. # Jimbo

    I sindacati che difendono i dirigenti: siete cascati proprio in basso. Perché non vi rassegnate davanti alla scelta dei cittadini e vi comportate in modo leale? Ardua impresa cercare di scardinare privilegi e malcostume quando non è possibile licenziare i dirigenti.

    1. # Karl

      Anche i dirigenti sono lavoratori.

      1. # Uccio

        Lei non ha chiaro il quadro…i dirigenti hanno un contratto a parte dai lavoratori, si informi e vedra le differenze,il sindacato ora difende il potere..la,paura del nemico ti fa associare al piu forte !!!!

        1. # karl

          in ogni caso sono sempre lavoratori anche se hanno un contratto diverso. quindi se per lei non sono lavoratori cosa sono?

        2. # anonimus

          non mi sembra che il sindacato difenda il potere visto i rapporti che ci sono tra la Camusso e Renzi. Mi sembra la sua affermazione non veritiera.

        3. # karl

          non pensavo che i Sindacati scegliessero di tutelare i lavoratori secondo il tipo di contratto. Ma che stupido che sono a pensare che i lavoratori sono tutti uguali nonostante i livelli.

  15. # Ilenia

    Che i dipendenti comunali e dirigenti portino a compimento il lavoro a loro assegnato in tempi brevi e con la massima diligenza…perché nessuno li controlla e noi cittadini ovviamente si pagano profumatamente

  16. # Ilenia

    Che gli venga applicato il contratto dei lavoratori privati, vedrai come lavorerebbero meglio, ma fatemi il piacere e rimboccatevi le maniche é ora di lavorare per i dipendenti comunali, é finita la pacchia!

  17. # Ilenia

    Perché la Maltinti ha lavorato per il comune ??mi sembra abbia preso solo un lauto stipendio per aver fatto nulla !

    1. # Ombra

      allora denunci alla corte dei conti chi ha elargito quello stipendio in cambio di nulla … chi ha incaricato il DG ?

  18. # asciugati

    I sindacati hanno mille ragioni ! La giunta Cosimi era molto più brava e intelligente e questo anche perchè aveva nominato Assessore proprio un loro segretario e con lui potevano trattare su tutto ! I risultati non sono stati ritenuti soddisfacenti dagli elettori ma questo è un’altro discorso !

  19. # Anonimus

    Vedo che molti sono contrari ai sindacati dei lavoratori. Quindi deduco che una forma di tutela come questa che globalizza sia lavoratori di dx e di sx deve essere eliminata.

  20. # Luca

    Ma i sindacati quando l’ufficiale giudiziario chiuse l’atleti ed i lavoratori rimasero a casa senza lavoro, dov’erano? L’atleti è rimasta chiusa per più di un anno ed ora diventa centro per gli immigrati mentre una parte dei lavoratori sono ancora a casa !!!!! I sindacati: quelli che dovrebbero difendere i lavoratori…….. .

  21. # DINO

    FINE DELLA VECCHIA CASTA INIZIO DI UNA NUOVA CASTA.
    Deve cambiare la mentalità della gente che deve vigilare sull’operato di questi giorno per giorno senza dare nulla per scontato…basta firmare assegni in bianco!!!

    1. # Mauro

      Comunque sempre di CASTA si tratta

  22. # dania

    mi meraviglia un po’ che i sindacati comunali si strappino ora i capelli per difendere i dirigenti che a loro volta NON si sono strappati i capelli per difendere un bel numero di semplici dipendenti vittime del clima

  23. # mah...

    Tanti discorsi, da una parte e dall’altra. La Maltinti ha prodotto le carte in Procura. Se l’atteggiamento ostruzionistico più volte insinuato dai 5stelle da parte dei dirigenti in quanto “nominati dal vecchio sistema politico” corrisponde alla realtà, invece di tanti proclami via Facebook, la Giunta o il Sindaco in prima persona, portino le carte in Procura per dimostrare ciò che dicono, denunciando i Dirigenti che ostacolano, ritardano indebitamente, ecc. i mirabili progetti della Giunta e della Maggioranza. Altrimenti sono solo chiacchiere (senza distintivo…)

    1. # Scerlocolms

      Sì, beh, non è che tutto si possa dimostrare con le carte. Per esempio se tu hai un mese per produrre un documento, e quando c’era il PD lo facevi in un giorno mentre per darlo ai Cinque Stelle ti prendi tutti e 30 i giorni hai bell’e fatto ostruzionismo senza violare la legge. Se lo fai in tutti gli uffici ci metti poco a inceppare la macchina comunale facendo la figura del puro. Conoscendo i piddini, avranno fatto questo e altro. Sempre rispettando la legge, s’intende.

      1. # al dolce

        Mi scusi ma lei non ha le capacità del grande investigatore inglese. La Maltinti è stata scelta da Nogarin.

        1. # Scerlocolms

          Si sa. Non serve il mantra dell’ovvio ogni due o tre commenti, tanto il giudizio politico sulla scelta del sindaco (motivata da non si sa quali equilibri all’epoca) non cambia il fatto che i dirigenti abbiano grandi poteri

  24. # israel hands

    ma non sarà mica che il terrore sia perchè qualcuno chiede loro di lavorare?

  25. # corinna

    Dar 1990 i dirigenti vanno in galera al posto dei politici. La direttrice aveva giàa vuto un processo all?elba per dar retta ai politici di turno…figurati se aveva voglia di rischià dell’artro. E’ che per fa gli amministratori bisogna conoscere le norme…anche se sei Sindaco un poi fa come ti pare…non siamo più ner fascismo eh.