Cerca nel quotidiano:


Prima di multare un po’ di buon senso non guasterebbe

Lunedì 4 Settembre 2017 — 18:27

Scrivo per manifestare il mio forte disappunto nei confronti dell’atteggiamento verso i residenti della ZSC di via Bonamici, via delle Siepi, via Buonarroti (zona M). Abito in quella zona da qualche anno e possiedo una Smart e prima ancora sempre una Smart. Come la maggior parte dei residenti sono in possesso del contrassegno per la sosta, ma nonostante ciò ho serie difficoltà a trovare parcheggio in tale zona soprattutto la sera nonostante le dimensioni ridotte della mia auto e dover girare a vuoto per il quartiere a volte anche per mezz’ora consecutiva senza trovare un parcheggio è diventata una spiacevole consuetudine. Di giorno posso tranquillamente parcheggiare l’auto lontana dalla mia abitazione, ma la sera non è certo consigliabile, soprattutto per una donna sola, addentrarsi a piedi in quelle vie poco illuminate e desolate. Mi ritengo una persona rispettosa del codice stradale, ma a causa di questa problematica che a lungo andare si sta notevolmente aggravando mi è capitato di dovermi “accontentare” di parcheggi poco ortodossi, che ahimè sono stati puntualmente sanzionati con verbali che ho subito provveduto a pagare. A mio avviso tali sanzioni potevano essere evitate, soprattutto considerando che l’una riguardava la sosta su strisce pedonali di via Buonarroti (metà della ruota posteriore!) e l’altra la sosta in prossimità dell’incrocio tra via delle Siepi e via Bonamici. Faccio presente che il primo verbale è stato redatto a seguito di una notte di forte maltempo che non ha certamente agevolato gli automobilisti nella ricerca della sosta tant’è che non sono stata la sola a trovare una multa sul parabrezza. Certamente la mia vettura sostava con metà ruota sulle strisce pedonali, ma lo scivolo era libero e facilmente accessibile anche da un disabile in sedia a rotelle e come ben saprete Via Buonarroti non è una via del centro cittadino con un passaggio pedonabile molto transitato. Per quanto riguarda il secondo verbale la sosta era si in prossimità di un incrocio, ma via delle Siepi è a senso unico da via Marradi e lo stesso via Bonamici, a senso unico verso viale Mameli e via Calzabigi, perciò la mia auto, che ribadisco non essere di grandi dimensioni e che sostava sul lato sinistro a 1 m. dall’incrocio, non precludeva affatto la visione della carreggiata a coloro che transitavano in via delle Siepi e dovevano svoltare in via Bonamici. Ritengo che, soprattutto in virtù del fatto che il contrassegno residenti è diventato a pagamento e tralasciando le numerose polemiche venutesi a creare al riguardo, sarebbe auspicabile una maggiore comprensività del corpo di Polizia Municipale nei confronti di chi, tornando a casa propria dopo una giornata di lavoro, si trova quotidianamente ad affrontare una vera e propria “caccia al tesoro” del posto auto. Se tale comprensione o meglio buon senso viene a mancare, come è successo nei miei confronti, allora mi permetto di suggerire che siano fatti maggiori controlli all’incrocio tra viale Mameli e via Bonamici (trattandosi di senso vietato da viale Mameli), dato che sono numerosi i mezzi (ciclomotori soprattutto, ma ho visto anche auto…) che transitano in questa strada ignorando il suddetto divieto e io stessa più volte ho seriamente rischiato un sinistro a causa di tali contravventori. Comprendo che impegnare un agente a piantonare un incrocio anziché controllare e multare le macchine in sosta sia più complicato e sicuramente anche più dispendioso, ma ho fiducia nel lavoro svolto dalla Polizia Municipale e mi auguro che in futuro possa esserci una maggiore attenzione a sanzionare coloro che contravvengono seriamente al codice stradale mettendo a repentaglio la sicurezza altrui, piuttosto che una continua e oltremodo ossessiva ricerca alla contravvenzione per divieto di sosta, sicuramente più semplice da svolgersi e più remunerativa per le casse comunali.

Lettera firmata

Riproduzione riservata ©

15 commenti

 
  1. # nomulte

    Lei deve cambiare zona ! Provi a posteggiare in piazza Roma nella strettoia oppure in Via Caduti del Lavoro alla fermata del bus accanto al barrino alla moda oppure ancora meglio dove c’è il divieto di sosta davanti alla Baracchina Rossa . Questi sono i posti dove il parcheggio è alla “bimbi” ma è regolarmente non sanzionato dalla Polizia Municipale che ne avrà i suoi buoni motivi !

    1. # Smart

      Gentile nomulte,

      ha perfettamente ragione ed è per questo motivo che ho inviato la mia lettera, ovvero per far riflettere su quante sanzioni vengano applicate con pedanza e scrupolosità e quante infrazioni invece vengano commesse quotidianamente nella nostra città senza che nessuno si scandalizzi così tanto come i signori qui sotto, che al solo pensiero dei miei abominevoli parcheggi sono inorriditi.

      La ringrazio per il suo supporto,

      Cordialmente

  2. # adriano

    mi sembrano due infrazioni gravi una sulle strisce una in pieno incrocio vuole un trattamento privilegiato?

    io gli toglierei anche qualche punto dalla patente, pensi magari se è passato dalle strisce da lei occupate una persona disabile….

    1. # Smart

      Gentile Adriano,

      forse lei non ha letto con attenzione la mia lettera, dove ammettevo le mie infrazioni ma ne sottolineavo la “discutibilità”, in quanto sulle strisce c’era metà della mia ruota posteriore e difatti il passaggio era libero e accessibile anche da un passeggino doppio (ha presente quello per i gemelli?) e dall’incrocio distaco di 1 metro buono, per giunta in un senso di marcia unico, senza dunque ostruire la visibilità a nessuno. Sicuramente lei abita in una zona dove problemi di parcheggio non ce ne sono, oppure ha a disposizione un garage o un posto auto. Io non ho tali fortune ma al contrario di lei so distinguere una grave infrazione del codice della strada degna di essere sanzionata da una che di grave ha soltanto la poca considerazione nei confronti di un cittadino che si trova in difficoltà a dover trovare un posto alla sua auto, peraltro minuscola, pur pagando le tasse regolarmente (bollo, assicurazione e quant’altro) e pagando un permesso per la sosta che dovrebbe essere un diritto! Per piacere, smettiamola con queste ottusità e con questi moralismi sterili e inconcludenti.

      Cordialmente

      1. # giovanni

        se dalla parte opposta delle strisce uno fa altrettanto non c’è piu posto per passare .
        sull’angolo bisogna sostare se non erro ad 8 metri

        1. # Smart

          Gentile Giovanni,

          forse non mi sono spiegata bene, la mia macchina sostava con metà ruota sulle strisce. Ha presente la grandezza di una ruota della Smart? Significa che 15cm di strisce pedonali erano occupati dalla mia auto:15cm!!! Ripeto per l’ennesima volta su questo forum che il passaggio pedonale non era ostruito in alcun modo, lo scivolo era libero e facilmente accessibile da un disabile, da un passeggino doppio, o quant’altro dovesse attraversare quella “frequentatissima” strada che è via Buonarroti!
          L’articolo 158 del cds prevede un limite di 5 metri dagli incroci per il parcheggio, non 8. Mi dica dove ha visto macchine parcheggiate a questa distanza nella città di Livorno (oppure in tutta Italia, oserei dire!).Io non sto dicendo che i miei erano parcheggi da manuale, difatti ho pagato le sanzioni entro i termini. Sto solo consigliando che, se proprio la Polizia Municipale non può usare un po’ di buon senso, allora che non si lasci sfuggire quelle infrazioni che realmente causano disagi ai fruitori della strada!

          Cordialmente

  3. # parking

    io non capisco. secondo me il tagliando M o R o qualunque altro è giusto che sia pagato, in definitiva il parcheggio è occupazione di suolo pubblico, io farei pagare anche tutti i camper lasciati qua e là nelle piazzole; se vuoi stare tranquillo, comprati o affittati un posto macchina, il problema è che negli anni 60 sono state costruiti tutti gli immobili senza garage e /o posto macchina, con poca lungimiranza, e ora è scoppiato il problema

    1. # watson

      C’è anche il problema che i possessori di garage invece di tenerci l’auto lo usano come ripostiglio o per farci lavoretti di hobby. Forse una parte del problema della difficoltà di posteggio cittadino si potrebbe risolvere costringendo i proprietari ad usarlo e a non dargli la lettera neppure a pagamento !

    2. # Esse

      Per quanto riguarda i camper, c’è stata una discussione simile anche a Vada e Cecina un paio d’anni fa. Non ne hanno fatto di nulla perchè avrebbero perso troppo turismo ( che laggiu ci campano).

    3. # Smart

      Gentile parking,

      sul fatto che un posto auto debba essere pagato con un contrassegno per la sosta da un residente che già paga regolarmente tutte le tasse compreso il bollo, in cui già di per sé è compreso l’utilizzo del suolo pubblico. Io non ho comunque espresso alcun parere al riguardo e ho scelto di rinnovare il mio permesso pagandolo, ma nel momento in cui mi vengo a trovare in difficoltà e pertanto costretta ad una sosta non da manuale, ma pur sempre rispettosa degli altri automobilisti e dei pedoni in primis, mi sento in diritto di poter esprimere il mio sdegno al riguardo, come lei ha liberamente espresso il suo.
      Il suo consiglio di trovarmi un posto auto o un garage mi fa sinceramente sorridere. Potrei risponderle dicendo che a un’idea così grandiosa non avevo pensato, o forse semplicemente perché un garage e un posto auto hanno un costo che non tutti sono in grado di affrontare, avendo altre spese acuì dover far fronte.
      La ringrazio comunque per la sua testimonianza, che altro non fa che confermare la mia già poca stima nei confronti dei miei concittadini.

      Cordialmente

      1. # parking

        caro smart della Sua poca stima o di chi fa infrazioni come Lei me ne frego, e comunque la mia era una considerazione sul generico e non rivolta a Lei in particolare, cari saluti, parcheggi meglio e se ha poca stima dei suoi concittadini cambi città

        1. # terranovas

          Esprimo la mia solidarietà verso la sig.ra visto che ormai, vivere in questa città, è diventato davvero fastidioso per tutta una serie di motivi, grandi e piccoli, che penalizzano il cittadino che non trova mai qualcosa di favorevole a suo vantaggio.
          Queste contravvenzioni sono l’ennesima riprova che per il Comune i cittadini sono visti solo come un problema e non come una possibile soluzione ai tanti disguidi della nostra città.

          Al sig. Parkin invece dico che si doveva fregare della questione fin dall’inizio e non intervenire se non interessato. Lo invito a mia volta a levarsi lui dal vivere in questa città visto che, di spirito livornese, ne ha proprio poco, anzi, niente! Probabilmente si sarebbe trovato meglio un secolo fa o giù di lì quando “il me ne frego” andava più di moda.
          Se poi il parcheggio del suolo pubblico va pagato, mi domando quando invece troviamo le nostre auto danneggiate chi è che deve risarcire i danni visto che in quel caso spetta sempre ai cittadini che non sono tutelati.

  4. # floyd

    Massima solidarietà. I vigili dovrebbero far rispettare il divieto di sosta a chi non ha la lettera. I residenti non sono tutelati.

    1. # Smart

      Grazie floyd, un po’ di solidarietà non guasta!
      Sarebbe meglio arrivasse da parte della autorità anche una maggior tutela dei cittadini stessi, che purtroppo sembra abbiano solo doveri e nessun diritto.

      Cordialmente

  5. # Abe

    discorsi tanti, ma bisogna abitare in una zona ZTL per capire i disagi dei residenti!