Cerca nel quotidiano:


“No profughi all’ex Atleti”: più di 500 firme

Venerdì 15 Luglio 2016 — 14:44

Mediagallery

Una delegazione dei rappresentanti del comitato dei cittadini di via dei Pensieri e commercianti di zona, si è riunita in assemblea al fine di assumere decisioni per opporsi alla scelta del Prefetto di trasformare l’ex albergo Atleti in un centro profughi. Nel frattempo è salito ad oltre 520 il numero di firme raccolte nella zona dello stadio contro la trasformazione dell’ex hotel Atelti. La riunione si è svolta in un locale privato non avendo ricevuto riscontro alle innumerevoli richieste inviate in comune. Alla riunione hanno partecipato, su nostro invito, il Consigliere Regionale Enrico Cantone e il Consigliere Comunale Giovanni Fuoti. I cittadini e i commercianti presenti hanno manifestato ai Consiglieri le loro perplessità su tale scelta ed hanno espresso e confermato la loro disponibilità ad una collaborazione costruttiva al fine di dare agli 80 profughi una sistemazione che sia dignitosa e allo stesso tempo non impattante sui cittadini, sulle attività sportive e commerciali, tutelando i posti di lavoro a rischio del Tennis Club. Il comitato ha espresso il rammarico per come è stata gestita la vicenda da parte delle istituzioni preposte.
La cosa si è saputa per caso ed anche il sindaco Filippo Nogarin ha dichiarato di averla appresa dalla stampa e che non ne era a conoscenza.
I cittadini si chiedono il perché di tale segretezza nei confronti della città e quale forse scelte migliori potevano essere fatte e/o proposte dal primo cittadino e dai cittadini se la prefettura si fosse confrontata con loro prima di prendere decisioni cosi importanti. Questo fa pensare che ci siano delle forzature di cui i cittadini vogliono chiarimenti. Altre perplessità emerse stanno nel fatto che pur dopo numerose segnalazioni e dopo i controlli delle autorità competenti, all’interno si continui a lavorare senza un cartello di cantiere quindi senza nessuna direzione lavori e responsabile sicurezza.
I Consiglieri hanno ascoltato i cittadini impegnandosi a farsi carico di sviscerare tutte le problematiche e dubbi del caso, allo scopo di trovare insieme ai cittadini una soluzione migliore per dare la giusta e doverosa accoglienza ai profughi, ma nello stesso tempo tutelare anche i diritti civili degli abitanti e commercianti evitando degradi e perdita di posti di lavoro nell’indotto sportivo della zona. Si anche fatto riferimento al a piccoli gruppi, per consentire una migliore integrazione di queste persone Modello Toscano di Accoglienza Profughi nel nostro tessuto sociale, senza che si creino situazioni di intolleranza reciproca come purtroppo oggi sta avvenendo dove i numeri sono troppo alti. Il comitato ha chiesto di essere presente all’incontro che i Consiglieri chiederanno con il Prefetto per essere partecipanti attivi delle scelte che li riguardano.

Il comitato dei cittadini di via dei Pensieri e commercianti di zona

Riproduzione riservata ©

47 commenti

 
  1. # marco

    ma perche non lo occuopano, così almento ci viene scritto COMPLETO

    1. # Bobo

      Ma lasciateli profugare in pace! Alla fine si tratta di giovani maschi adulti che scappano lasciando a casa loro mogli e figli e loro a watsappare sul lungomare tutto il giorno.
      Siete solo dei razzisti che. Non capite il dramma di queste persone.
      Ma voi vi siete scordati il dramma che solo pochi anni fa hanno vissuto milioni di italiani che hanno profugato in romania mollando mogli e figlioli a casa?

  2. # Marco

    Deh e cosa son più ganzi quelli della rosa che un ce li vogliono…..e allora nelle altre parti della città???
    Ah già ma quella è’ zona residenziale e ci abitano i benestanti…(consiglieri inclusi) e quindi li i neri un ci devono sta……
    Ma per piacere…..e menomale i 5 stelle erano per i diritti…

    1. # Massimo

      Se zona atleti protestano e alla rosa no vuol dire che a loro sta bene.
      Svegliatevi, massa di deboli. È l’ora di cambiare.

  3. # totocalcio

    L’unica stranezza è come hanno fatto ad indovinare che la Prefetta voleva utilizzare l’ex albergo Atleti per i profughi visto che la società per la gestione dei Migranti è stata costituita a Campiglia Mar.ma poco tempo prima della decisione tenuta segreta anche al Sindaco ! 2.800 euro al giorno per circa 80.000 euro al mese è un discreto investimento !

  4. # Slim

    subito un bel controllo fiscale a chi ha firmato…..
    vedrai un firma piu’ nessuno

    1. # Benny

      Perché non li prendi a casa tua?

      1. # Slim

        ti sei sforzato per inventare questa battuta
        siccome pago le tasse livorno e’ casa mia

        1. # Benny

          Intanto vorrei vedere da dove vieni… poi casa tua tra le tue mura se non sei in casa popolare

    2. # orso

      Confronto a te Stalin era un moderato …
      Si chiedera’ il permesso a te su quali petizioni firmare …

      1. # morgiano

        Caro Orso nessuno ti vuole impedire di firmare una petizione, per quanto vergognosa ed ignobile!

        1. # orso

          Quando tra qualche anno ci sara’ la guerra per le strade ,grazie a questa invasione in guanti bianchi,rimpiangeremo tutti il tempo delle petizioni,caro MorgianoE sicuramente le guerre saranno piu’ ignobili e vergognose delle petizioni che vorrebbero porre un limite a questa fole invasione…

  5. # Lorenzo65

    I cittadini vogliono sicurezza e rispetto della legge e di chi paga le tasse. Se proprio vogliamo fare dei controlli, cominciamo ad indentificare seriamente tutti questi ragazzoni maschi che arrivano. senza documenti. Forse hanno ragione anche le polizie di mezza Europa che già da tempo ci avvertono che non tutti scappano da guerre e son tutti bravi padri di famiglia….

  6. # Fabio

    Dove si firma? Vorrei firmare pure io ma per mandali a casa loro

    1. # Ale

      Concordo ci sono tanti italiani disoccupati in mezzo alla strada che non sanno come campare e noi diamo un intero hotel ai profughi ma levatevi di torno…Siamo proprio in Italia a casa loro a noi ci taglierebbe la testa!

  7. # sax

    ma cosa vi lamentate, è un investimento, ci pagheranno le pensioni e in più ci stanno portando un sacco di cultura..

    1. # rondine

      …la prima frase sensata che leggo…

  8. # Serena

    Dopo ciò che sta succedendo nel mondo, e vedi una su tutte, il golpe in Turchia di stanotte, sembra piuttosto evidente che ci stiamo avviando verso una nuova guerra. Ci sono persone nel mondo, e neanche così lontane da noi, che stanno perdendo tutto. E noi che ci nascondiamo dietro un dito per non accogliere questa gente. Solo per la nostra paura dell’uomo nero, ci permettiamo di dire “loro no”.
    Auguratevi che non succeda niente anche da noi, altrimenti vediamo chi vorrà dare ospitalità a dei migranti italiani.
    Restiamo umani, gente.
    Ricordate che tutti i terroristi fino a ora ce li siamo cresciuti: è gente nata e vissuta fra noi, non gente venuta coi barconi della speranza…

    1. # frabarzz

      comincia pure tu….
      pubblica il tuo indirizzo e apri le porte ai falsi profughi…..
      date un esempio a fatti e non a demagogiche chiacchiere

  9. # Shuster

    …L’importante sono i Vainiiii 40×80=3200 al mese….Però in fondo un li vole nessuno!!!

  10. # Madeleine

    Un po’ mi vergogno di questa Livorno, dimentica delle sue origini e della sua cultura che rinnega con disprezzo e sufficienza.
    Noi, popolo di ben poca illustre stirpe nati con orgoglio da puntate e galeotti, diversi ed emarginati.
    Noi popolo che ha sempre difeso la libertà e le minoranze ancignoranza erottutto, nelle ore più buie della storia.
    Noi popolo la cui ospitalità e accoglienza era motivo di vanto nell’italica penisola.
    Noi popolo di garibaldini, di partigiani, di persone orgogliose e uniche.
    Popolo che , come raccontava sempre mia nonna, dividevano anche le poche briciole che avevamo con chi era in difficoltà.
    Questa è la Livorno che i miei genitori mi han fatto conoscere, amare e rispettare questa è la Livorno di cui mi vanto, di cui sono orgogliosa, di cui non tradirò mai l’ideale.
    Ma noto, con la tristezza nel cuore, che tutto ciò che ci rendeva unici in Italia è andato scemando. Siamo come tutti gli altri, abbiamo distrutto la nostra identità.
    Siamo povero contro povero, fratello contro fratello, solo per il colore di pelle, di orientamento politico, di credo. Forse per paura di affrontare la diversità poiché confrontarsi con qualcuno di diverso comporta apertura mentale e sforzo e siamo diventati troppo pigri. Forse per paura ed ignoranza…
    Spero che queste 500 persone e tutta la città con loro, si passi una mano sulla coscienza ricordandosi quando eravamo noi i diversi e gli appostati che scappavano dalla fame per far fortuna in America, quando eravamo noi stigmatizzati ed emarginati, ma soprattutto se un domani, nella vita non si può mai sapere che accade, dovessimo essere noi a fuggire dalla nostra amata terra, vorreste essere considerati e trattati come umani o bestie immonde e pestilenziali?
    Ritroviamo la nostra umanità Livorno.

    1. # orso

      Quante banalita’.

      1. # ross

        La banalità peggiore che si può dire è :Quanta banalità!.

        1. # orso

          Bravo Ross,ecco un altro che si diletta’ di aforismi…banali.

    2. # senzallileriunsillalera

      chapeau. Finalmente un commento degno di essere letto.

    3. # ElMoroSchietto

      Madeleine, per me la sua riflessione è molto intelligente ma sa…per questo le faccio i miei complimenti.

    4. # ross

      Grazie,Madeleine,del tuo commento che si differenzia dal “normale”:a casa loro!Purtroppo,ogni ideologia che ha cavalcato il populismo,ha portato conseguenze durissime per l’umanità:è stato il nazismo,fascismo e comunismo.E’ facile far leva sul malcontento evitando accuratamente di illustrare alle persone le conseguenze ,ma solo illudendo.E’una politica che paga chi la fa, ma rovina per sempre gli incoscenti che credono in questi irresponsabili illusionisti.
      La storia insegna,ma ha sempre meno alunni.”Il modo migliore per controllare la gente e controllarla totalmente è portar loro via,poco a poco,la libertà,erodere i loro diritti con migliaia di piccole ed impercettibili riduzioni,in questo modo la gente non vedrà che quei diritti e quelle libertà,sono state tolte,e questo fino ad arrivare al punto in cui questi cambiamenti diverranno irreversibili”Questo passo è uno dei tanti scritti sul Mein Kampf.E’ teorizzata anche la paura del diverso,il dare potere alla denigrazione,promuovere gli ignoranti e incompetenti ma servili,ecc.
      Ma il male maggiore(è un mio giudizio)è il dilagare di una forma psicologica conosciuta come “effetto Dunning-Kruger”per gli interessati,sul web c’è la teoria completa.

  11. # sa.sa

    Ma come??? Ma dov’è lo spirito di accoglienza livornese? Se non li volete iniziate col votare bene alle prossime elezioni #stopinvasione

  12. # masssi65

    Io non ero presente, ma quando c ‘è stata la guerra in Italia, ho sentito dire che la gente invece di scappare ha combattuto e tanti sono morti per la libertà!

    1. # GIALLO

      Parole sante, uno dei miei nonni cè morto combattendo la seconda guerra mondiale, e le mie nonne erano sfollate in garfagnana con i miei zii e i miei genitori, e come loro milioni di altri italiani, non sono andati a pretendere case lavori e sussidi in altri paesi, sono rimasti qui e hanno combattuto. Quindi, a parte che di questi solo uno su mille scappa veramente dalla guerra, e comunque anche chi “scappa” invece di combattere per il suo paese non è che riscuote la mia simpatia.

  13. # orso

    La segretezza e’ ovvia.La strategia e’ quella di mettere la gente davanti al fatto compiuto.
    E diciamo le cose giuste,stavolta il comune non c’entra niente .I colpevoli sono tutti a Roma .Anche se uno viene dalla “fine del mondo”,e era bene se ce lo lasciavano…

  14. # valentina

    Dove si firma? mi aggiungo anche io!

  15. # Mairosso

    A casa i clandestini e i buonisti!!

  16. # paolo

    Caro “Slim”,anch’io ho firmato:mandami tutti i controlli fiscali che vuoi,io ho la coscienza a posto!

  17. # giorgio

    Slim, siccome sei un dipendente/pensionato e quindi giocoforza paghi le tasse, non pensare di fare lezioni a nessuno perché non sei il solo a farlo, quindi i neretti, please, portali a casa tua! Tutti boni a fa i finocchi col c…. di quell’altro!!!

    1. # morgiano

      Se ho capito bene te le tasse non le lasci pagare solo ai pensionati….bravo!

    2. # Broad

      Ma quale dipendente ahah, sarà un ragazzotto ventenne idealista. Di certo non evade il fisco, essendo disoccupato. La paghetta di babbo e mamma però è esentasse.

  18. # susy

    mettiamoli alle Terme del Corallo così tagliano l’erba.

  19. # valter

    visto che Livorno è una città di mare invece di mandarli in un albergo…. diamogli un bel gozzo e rimandiamoli a casa sua

  20. # morgiano

    L’ennesima prova che i Livornesi hanno il cuore in mano… ma quello degli altri e solo per dargli un bel morso. VERGOGNA!

  21. # paolo

    Quando non potrete più portare i bimbi a tennis,perchè la zona sarà off-limit,allora darete ragione al comitato di via dei pensieri!

  22. # Libero

    Certo, anche noi italiani, negli anni trenta, quando la fame era tanta, emigrammo all’estero (come anche mio nonno) per rimboccarci le maniche e lavorare sodo ma ricevendo tante umiliazioni e maltrattamenti a fronte di misere paghe.
    Questi invece vengono solo in vacanza, per essere ospitati in alberghi a tre e quattro stelle!!!

  23. # senzallileriunsillalera

    Credo che sia giusto ascoltare tutte le opinioni però una cosa non l’ho ben capita: il rifiuto dei firmatari petizione è dovuto a motivi generici di avversione verso i profughi o ce ne sono di precisi, oggettivi che sconsigliano la collocazione di queste persone presso l’ Hotel , che noi potremmo condividere?

  24. # teseo

    DICO LA MIA? No !!! basta con queste imposizioni prefettizie. Ma lo stato c’è solo per penalizzarci? (multe, profughi, pignoramenti…)

    1. # orso

      Si Teseo.E non solo lo stato.Regioni,province e comuni anche.Per non parlare della cara europa (minuscola voluta).

  25. # LabroNiko

    Ipocrita chi dice che debbano tornare a casa loro. E qui mi fermo!

  26. # Alina

    Io non dimentico le mie origini e nemmeno la storia che mi hanno insegnato e che ho studiato negli anni.

    Non mi reputo una persona generosa perché tendenzialmente penso agli interessi miei e della mia famiglia.

    Spesso però mi fermo a pensare che siamo davvero fortunati ad essere nati nella parte “giusta” del mondo e mi metto nei panni di chi invece, nasce nella miseria e nell’oppressione. Sì, mi fermo a pensare, ma poi concretamente non faccio nulla e tutto finisce in una futile riflessione. Perché, e lo dico sinceramente, anche io non vorrei un centro profughi vicino a casa mia. Di questo non ne vado certo fiera, anzi mi imbarazzo di me stessa.

    Mi imbarazzo anche della situazione internazionale, di quello che i grandi poteri stanno macchinando da anni sotto i nostri nasi, confondendoci e distraendoci coi social network, con l’inarrestabile globabilzzazione, i grandi ipermercati, i bombardamenti pubblicitari e telematici.

    Siamo i figli e il frutto di una società malata e cattiva.

    L’Europa non ha una vera coesione e non ha un vero peso politico; gli americani si sentono i padroni del mondo, bombardano e “democratizzano” interi paesi, massacrano civili e bambini incondizionatamente; i francesi uccidendo Gheddafi hanno fatto un danno insanabile e noi italiani siamo rimasti soli a gestire una situazione incontenibile. Si sa no come siamo bravi noi italiani a gestire le cose…clientelismi, interessi, mazzette, bustarelle e chi più ne ha più ne metta…

    Controlli, servono veri controlli, bisogna capire chi facciamo entrare nel nostro paese. Lavoro e case scarseggiano già, credo sia quindi fondamentale dare asilo a chi veramente ne ha bisogno e rimandare a casa chi invece non ha alcun diritto a entrare nel nostro paese.