Cerca nel quotidiano:


Ospedale, il Pd: “Bene la retromarcia di Nogarin, ora la Regione metta tutte le risorse necessarie”

martedì 31 luglio 2018 17:14

Mediagallery

“Ottima notizia la retromarcia di Nogarin, che oggi fa capire che il futuro ospedale di Livorno potrebbe sorgere nell’area ex Pirelli e in parte del Parco Pertini. Finalmente ha abbandonato la primitiva contrarietà ad ogni progetto di nuovo ospedale e sembra sposare quella che era una delle soluzioni prospettate anche dal PD di Livorno e poi fatta propria dall’assessore Regionale Pd alla sanità Stefania Saccardi. Ora la Presidenza della Regione Toscana dia certezze sulle risorse necessarie a completare un’opera fondamentale per la città e per tutta la costa livornese”.
Lo dichiara una nota della Federazione territoriale del Partito democratico di Livorno, all’indomani dell’approvazione del nuovo Piano strutturale da parte del Consiglio comunale di Livorno: “Il gruppo del PD ha votato contro un atto che, a nostro avviso, non ha al suo interno alcuna proposta strategica per la città che sarà: dal lavoro allo sviluppo, dal turismo all’agricoltura, al porto. Una delle preoccupazioni maggiori del PD è quella relativa al futuro della sanità in città a partire dalle soluzioni previste per l’ospedale. Se sul piano strutturale adottato si rimanda ad un indefinito nuovo accordo di programma con la Regione Toscana, nel corso della discussione l’amministrazione ha prospettato la possibilità di un accordo a breve intorno ad una delle soluzioni prospettate anche dal PD, nell’area ex Pirelli e in parte del Parco Pertini, già al centro della proposta dell’Assessore regionale alla Sanità del Partito Democratico Saccardi. Ben venga dunque un passo indietro di Nogarin dal primitivo rifiuto di ogni progetto (e ricordiamo che l’amministrazione dovrà mettere a disposizione l’area attualmente di proprietà comunale) insieme alla richiesta alla Presidenza della Regione Toscana di confermare quanto prima la disponibilità e la volontà di stanziare effettivamente le risorse necessarie per il progetto. Quelle stesse risorse che erano presenti nel passato e che, a causa dei colpevoli ritardi dell’amministrazione Nogarin, sono state dirottate su altre strutture toscane”.

Partito Democratico Livorno 

Riproduzione riservata ©

3 commenti

 
  1. # luca di ardenza

    Scusate, ma che senso ha spostare l’ospedale di 100m ? A questo punto sono stati rinnovati quasi tutti i reparti, ancora un piccolo sforzo e tutto l’ospedale sarà rimesso a nuovo, e sembra anche bene. Se ci sono risorse per la sanità, non sarebbe meglio investirle in aumento dell’organico, medici, infermieri e tecnici. E così tentare di risolvere l’annoso problema delle lunghe, lunghissime liste di attesa: analisi, radiografie, interventi operatori programmati ecc. ecc. E se dovesse avanzare qualche euro, riaprire anche quei tanto utili distretti sanitari sul territorio, perché non tutti hanno la possibilità di spostarsi fino a via Impastato, specialmente i molti utenti anziani e senza mezzi propri.
    Grazie

  2. # Sandro

    E dai! Insistono a voler fare un ospedale in miniatura nuovo,anzichè ristrutturare bene quello che c’è.Non riesce a funzionare bene ora che è a misura di città,figurarsi se,come era il progetto del nuovo ospedale,funzionerà quando sarà piccolo(vedi il nuovo piccolo ospedale di Lucca dove i lucchesi sono incavolati neri).Semmai,prendere spunto,come già dissi a suo tempo,dell’ospedale di CAREGGI.Ospedale vecchio e grande,ma totalmente restaurato,dove è diventato un ospedale veramente di alto livello.

  3. # rena

    Dai è già buono che si siano arresi per portarlo a Montenero vedremo ora questa nuova soluzione dove porterà spero che terranno di conto dei parcheggi essenziali per uno ospedale per il personale che ci lavora e per chi deve usufruire della struttura non è che allo ospedale ci si và a fare shopping ci si và per curarsi fare esami che già costano di suo poi ci metti che devi pagare il parcheggio così abbiamo fatto bingo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.

Passa alla versione desktop Torna alla versione responsive