Cerca nel quotidiano:


In ospedale non era vietato fumare?

Lunedì 16 Ottobre 2017 — 07:30

Mediagallery

Nel nosocomio livornese, doverosa premessa, è vietato fumare in tutta l’area dei suoi confini, sia interni che esterni. In Italia  esistono molte leggi, a volte assai precise, circostanziate e semplici da capire, tipo questa, il divieto del fumo. Ma come dice il vecchio adagio, fra il dire ed il fare… nel senso che non si sa bene chi le deve far rispettare e tanto meno chi dovrebbe sanzionare. L’immagine è emblematica: ingresso pad. 24 tra l’altro dove ha sede anche un servizio di assistenza pre e post parto con andirivieni di puerpere e lattanti; il cartello con il divieto di fumo, sotto, in assenza di altro posacenere  (esistevano, ma essendoci il divieto sono stati rimossi), il coperchio del bidone rifiuti usato come posacenere con decine di mozziconi in “bella” vista, pronti per essere dispersi alla prima ventata un po’ più sostenuta.  Mancherà certo il senso civico, ma manca sicuramente anche la “certezza della pena”. Lo stesso concetto vale pari pari per il traffico interno di automezzi, vero e proprio santuario anarchico, ma questa è un’altra storia.

Lettera Firmata

Riproduzione riservata ©

5 commenti

 
  1. # asciugati

    In Italia chi controlla i controllori ?

  2. # IrPapo

    Beato te che non hai altri problemi a cui pensare

    1. # Lo spensierato

      Bellissimo commento. Lei pensi che nonostante tutto, c’è chi va al cinema, a teatro, alle partite di calcio, si abbona a tv via satellite e si compra cellulari da 1.000 euro. Questo nonostante la fame nel mondo e che il cancro continua a mietere vittime come se piovesse. In un giornale è lecito e doveroso parlare e discutere di tutto. Altrimenti chiudiamoci in casa (se esiste ) a piangere.

  3. # adriano

    è risaputo che all’ospedale di livorno ognuno fa letteralmente cosa gli pare

  4. # Vitaliana

    In Italia la legge vieta di fumare anche nelle scuole, cortili compresi, ma nei licei livornesi non si riesce neanche ad entrare nel bagno per il fumo che c’è. Anche lì, purtroppo c’è la certezza dell’impunità.
    Che tristezza.