Cerca nel quotidiano:


Parcheggio, sos dai residenti della zona “D”

mercoledì 19 settembre 2018 17:20

Vi scrivo perché portiate alla luce il disagio che il comune ha causato ai residenti di Livorno Centro zona D. Non riusciamo più a trovare un parcheggio per l’auto ne di giorno ne di notte per esempio oggi m’è toccato parcheggiare l’auto al parcheggio di via del fagiano a più di 2 km da casa, io sono giovane e in 25 minuti a piedi l’ho faccio tranquillamente ma pensiamo a un signore di 80 anni… come fa?
Ieri sera ho avuto la necessità di prendere l’auto e non ho trovato posto al rientro verso le 00.40, male di poco, l’ho messa sui fossi pensando tra me e me “tanto domattina mi sveglio prima delle 8.00 e la sposto “.
Invece non è andata così, dopo essere arrivato all’auto e dopo aver provato a cercare parcheggio per 30 minuti senza successo sono dovuto andare a lavorare in auto, quindi ho perso altro tempo nel traffico mattutino, lo stesso problema l’ho avuto alle 12.40 quando al rientro del lavoro e dopo aver girato per 20 minuti ho rimesso l’auto sui fossi essendo gratuito dalle 13.00 alle 15.00, infine alle 14.00 infastidito dal non dover trovare parcheggio vado a ris-postare l’auto trovando parcheggio alle 14.40 riuscendo così a poter andare a lavoro in motorino.
Nella zona d sono stati tolti più di 100 posti auto, è una situazione disagiate mi costringono così NON spostare più l’auto in tal maniera occuperò un posto a tempo indefinito non facendo neppure guadagnare il comune con gli stalli blu…. il comune se voleva mettere i posti  a pagamento doveva aumentare i posti auto e no ridurli causando così disagi ai cittadini che non rieleggeranno il sindaco.
Inoltre adesso i residenti zona c possono parcheggiare nella zona d ma non viceversa è diventato un incubo.

Grazie per l’attenzione
Luca Bigoni

Riproduzione riservata ©

1 commento

 
  1. # Lorenzo

    Caro Bigoni,

    ti mando la lettera che ho scritto al comune di Livorno la scorsa settimana nella speranza che venga pubblicata.

    Come hanno capito ormai tutti i Livornesi che vivono nelle zone con lettera e famigerate strisce blu la situazione è degenerata e da un semplice balzello in più è diventato un divieto, una sospensione della libertà perchè se un cittadino deve usare la macchina per andare a lavorare (non tutti lavorano nel raggio di pochi chilometri) non può più rientrare, nemmeno pagando.

    Molte strade poi sono state destinate ad uso solo dei motorini eliminando così preziosi posti auto.

    Vorrei invitare tutti i lettori a ricordarsi che la libertà si perde un pezzetto alla volta e spesso, alla fine del percorso, è difficile riacquistare quello che ieri davamo per scontato.

    E’ vero, sono piccole cose, ma storicamente si comincia così.

    Saluti,

    “Salve,
    mi chiamo Lorenzo Mannozzi e abito in Piazza Cavour 25 qui a Livorno.
    Ieri pomeriggio (17.09.18) alle ore 18.00 di ritorno dal lavoro fuori città
    ho cominciato a cercare posto per lasciare la mia auto con regolare lettera
    K, partendo dai fossi all’altezza del Nautico risalendo in piazza Manin e
    vagando nelle varie via Verdi, Michon e limitrofe.
    Non trovando niente , nemmeno nei parcheggi dati in concessione, e intimidito
    dai vigili che giravano per la piazza Cavour ho dovuto abbandonare l’idea di
    tornare a casa e usare la macchina (che avrei preferito lasciare per prendere
    la bici) per fare qualche spesa nei dintorni.
    Il risultato è stato che ho usato di più la macchina contribuendo a
    aumentare il traffico.
    Oltre a questo vorrei sapere se Vi pare giusto il fatto che io non possa
    tornare a casa mia dopo il lavoro.
    Vi ripeto, i parcheggi sui fossi erano pieni, quindi nemmeno a pagare potevo
    sostare.

    Gradirei una risposta.
    Saluti,
    Lorenzo Mannozzi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Dichiaro di aver letto, ai sensi dell'art. 13 D.Lgs 196/2003 e degli art. 13 e 14 del Regolamento (UE) 2016/679, l'Informativa sulla Privacy e di autorizzare il trattamento dei miei dati personali.
Il commento e il nick name da lei inseriti potranno essere pubblicati solo previa lettura da parte della redazione. La redazione si riserva il diritto di non pubblicare o pubblicare moderandolo sia il commento che il nick name. Se acconsente prema il bottone qui sotto “commenta l’articolo”.