Cerca nel quotidiano:


Peter Pan asd: “Chiude causa covid il settore ludico”. La lettera

La lettera di ringraziamento del fondatore della asd Raffaele Maresca: "Proseguiamo con i corsi di Judo e musica"

Venerdì 6 Agosto 2021 — 17:07

Mediagallery

Peter Pan asd nasce nel 2009 per un sogno nel cassetto del suo fondatore Raffaele Maresca, che già da bambino fantasticava un centro ludico-sportivo-musicale per bambini. Con tantissimi sacrifici e sudore, il centro è divenuto nel tempo un punto di riferimento per tantissime famiglie livornesi, focalizzando l’attenzione sui bambini disagiati e con svantaggi sociali. Peter Pan asd ha ospitato tantissimi minori a rischio collaborando con il Comune di Livorno per i centri estivi sportivi e offrendo la possibilità di far allenare, gratuitamente, nel proprio centro tanti bambini che non avevano la possibilità di pagare la quota mensile. Una realtà conosciuta per lo sport e il divertimento dei bambini della nostra città. Purtroppo il centro, da marzo 2020, ha dovuto sospendere le attività al chiuso per le norme anti-covid. Nonostante gli sforzi del Consiglio direttivo del Peter Pan asd e delle numerose famiglie livornesi, diventava insostenibile pagare le spese dell’affitto, costringendo la Direzione a lasciare il fondo. Questa vuole essere una lettera di ringraziamento e gratitudine per tutta la città di Livorno che perde un pezzo importante per il sociale e il divertimento. Salutiamo il centro ludico, i centri estivi e il fondo di via Cimarosa, ma come promesso a tutte le famiglie andremo avanti ancora più decisi di prima ad aiutare i bambini attraverso il Judo, i progetti nelle scuole, corsi di propedeutica musicale e i corsi di violino. Tantissimi messaggi di solidarietà ci hanno spinto a non lasciare un sogno a metà: da settembre saremo in un nuovo centro sportivo Salus di via del Vigna, con i corsi di Judo dedicati a tutti e specializzati per i minori con bisogni educativi speciali (autismo, ADHD, ritardo dello sviluppo, disabilità sensoriali, disabilità multiple). Inoltre svolgeremo i corsi di musica presso il centro musicale NovainCanto in via Verga  Stagno. Perché abbiamo scelto proprio il Judo e la musica? In questa fase di emergenza, dove le attività ricreative al chiuso sono vietate, e caratterizzata dal lungo tempo da trascorrere a casa, è particolarmente importante proporre ai bambini alcuni corsi sportivo-musicali. L’esercizio fisico e la musica, intesi come giochi, hanno un ruolo prioritario per la salute, in età evolutiva e, oltre ad essere divertenti, contribuiscono a migliorare le condizioni di salute fisica e a promuovere il benessere psicologico, funzionali al raggiungimento di una crescita sana. Inoltre, nella situazione attuale di emergenza, fare ogni giorno movimento e attività musicale è anche un modo semplice ed efficace per tenere a bada lo stress e il senso di frustrazione che potrebbero emergere. Con l’esercizio fisico vengono infatti scaricate le tensioni accumulate, con riduzione di agitazione e conflittualità, aumentano le energie e lo stato di benessere generale, migliora la qualità del sonno, l’autostima, la fiducia in sé stessi. Gli studi dimostrano che la musica migliora la capacità dei bambini di concentrarsi , migliorando così le loro prestazioni a scuola. La musica stimola la memoria, l’analisi, la sintesi e il ragionamento, e quindi l apprendimento. Seppur il Covid ha dimensionato il nostro centro, non ci sentiamo di abbandonare i nostri piccoli affezionati. Grazie a tutti coloro che ci hanno inviato messaggi sulla pagina facebook Peter Pan e in privato, grazie ai genitori, grazie a chi ha collaborato con noi nel corso di questi anni (animatori, insegnanti), grazie ai docenti e psicoterapeuti che ci hanno sempre sostenuto, grazie a Paolo per la nuova ospitalità alla Salus per il settore sportivo e grazie a Rita, Mario e Fabio dell’associazione NovainCanto per quello musicale, grazie a Raffaele, Giuseppe e Daniela che credono sempre in questo progetto. Porteremo tutto il nostro amore e competenze nel Judo e nella musica, continuando a formare giovani sia nel settore sportivo-musicale che come uomini e donne del domani. Sulle mura delle palestra c’ era una frase che gli istruttori ripetevano sempre ai bambini “Non smettere mai di Sognare, solo chi sogna può Volare”: in questo momento di difficoltà generale causato da Covid, ci sentiamo solidali a tante attività associative e commerciali della nostra città che sono nella nostra stessa condizione. Grazie Livorno ma non finisce qui…insieme a voi continueremo a scrivere altre pagine di questa bellissima favola!

Raffaele Maresca

Riproduzione riservata ©