Cerca nel quotidiano:


Piazza Mazzini, la doppia faccia dell’obelisco

Giovedì 23 Marzo 2017 — 10:39

Mediagallery

Se da un lato la piazza Mazzini viene rimessa in ordine, si veda ultimo intervento sul basamento della statua, a Lui dedicata dalla Livorno repubblicana. L’altro lato vive in un suo oblio. L’antico piccolo obelisco, che segnalava il limite di edificazione in sicurezza, voluto da Ferdinando I, e li triste e sconsolato.
L’Obelisco Fontana ovvero la fonte Guglia realizzata dal Poccianti nel 1836, una nota di curiosità, al di sotto di questa guglia si trovava una fonte pubblica.  Un piccolo angolo carico di storia, le cronache ci portano alla fine del 2009, quando per l’incolumità dei cittadini, visto il degrado del monumento su  decisione del comune, veniva posto in sicurezza e transennato. Tutto in attesa di un pronunciamento da parte della soprintendenza in merito all’intervento da fare.
Ma per quello che possiamo vedere sino ad oggi sembra tutto fermo. Penso che anche questo piccolo angolo di storia merita un po di maggiore attenzione.
La città, la storia e il giuoco. Naturalmente le foto come giuoco, giuoco parola antica, allora come non giuocare a…trova le differenze…! Tanto ormai qui è tutto antico.

Distinti Saluti
Paolo Mura

Riproduzione riservata ©

CERCHI VISIBILITÀ? CONTATTACI: 1,1 MILIONI DI PAGINE VISTE AL MESE E OLTRE 60.000 ISCRITTI SUI SOCIAL. PER PREVENTIVI HTTPS://WWW.QUILIVORNO.IT/RICHIESTA-PREVENTIVO-BANNER/ OPPURE [email protected]

GRAZIE!


3 commenti

 
  1. # giovanni

    però c’e il ritratto del CHE

  2. # Mario

    Un vero testimone storico. Un riferimento per costruire in sicurezza, in funzione della gittata dell’artiglieria. Sicuramente meritava un trattamento migliore, invece ne è rimasto uno scorcio, a far da cornice ad un ritratto piuttosto infantile di Ernesto Guevara.

  3. # old pine

    Sai ..il pronunciamento della soprintendenza….di Pisa se n’aveva chisto ir benetti c’era un grattacelo !